Sanità: Renzi, tagliato anche troppo

(Unione Nazionale Consumatori) - Giusto, quindi non rivedete i Lea

Secondo il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, l'Italia deve smetterla con i tagli lineari. Sulla sanità è evidente che si è tagliato anche troppo. Inoltre la nostra spesa per la sanità sul Pil non è più alta degli altri paesi.
"Giustissimo, secondo gli ultimi dati Eurostat, relativi al 2014, la spesa sanitaria in Italia è il 7,2% del Pil, in media rispetto all'Ue ma sotto l'Eurozona, dove si attesta al 7,3% del Pil. In Italia spendiamo per la salute il 14% della spesa pubblica, inferiore alla media Ue (15%) e all'Area Euro (14,8%)" afferma Massimiliano Dona, Segretario dell'Unione Nazionale Consumatori. "Questo vuol dire, però, che vanno i rivisti i nuovi Livelli di assistenza (Lea), che non sono altro che un aumento di tasse a carico dei malati, spostando prestazioni dal regime Day Surgery a quello ambulatoriale. Peraltro si tratta di nuovi ticket a carico spesso di persone anziane, visto che, ad esempio, non sarà più gratuito l'intervento della cataratta" conclude Dona.