Roma: Tar Lazio boccia delibera aumento tariffe Ztl

PREPOTENZA COMUNE NUOVAMENTE SCONFITTA DAL CODACONS. RINCARI ERANO DISCRIMINATORI

Il Tar del Lazio, come afferma l'Assessore alla Mobilita' di Roma, Guido Improta, ha accolto il ricorso del Codacons bocciando gli aumenti per le ZTL decisi dall'amministrazione capitolina.

"Si tratta di una grandissima vittoria del Codacons, che contro gli incrementi tariffari per le zone a traffico limitato aveva presentato ricorso al Tar, appoggiato da centinaia di cittadini che avevano aderito alla nostra azione - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Ancora una volta la prepotenza del Comune di Roma e' stata sconfitta dalla nostra associazione: basti pensare che solo poche settimane, sempre a seguito di ricorso Codacons, sono stati annullati anche i rincari per le tariffe degli asili nido".

"Gli aumenti dei permessi per le ZTL erano illegittimi perche' creavano evidenti disparita' tra cittadini - prosegue Rienzi - Chi risiedeva nelle zone Ztl, infatti, era  soggetto ad una tassazione abnorme, a differenza di tutti gli altri cittadini, indipendentemente dal proprio reddito e dalla propria capacita' contributiva".

Ora chi ha pagato le nuove tariffe potra' chiedere all'amministrazione la restituzione delle maggiori somme versate - conclude il Codacons.

3 marzo 2015