Roma, Olimpiadi 2014: Consiglio approva candidatura

CODACONS: ORA RICORSO AL TAR DEL LAZIO. ASSEMBLEA DOVEVA ATTENDERE DECISIONE DEL PREFETTO SU MAFIA CAPITALE

Un ricorso al Tar del Lazio per ottenere l'annullamento della mozione approvata oggi dal Consiglio comunale con cui si da' il via libera alla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2014.

Lo annuncia il Codacons, che aveva diffidato nei giorni scorsi i Consiglieri a non approvare la candidatura della capitale ai giochi olimpici, in attesa della decisione del Prefetto sulla questione mafia capitale.

"Ci rivolgeremo al Tar chiedendo l'annullamento della mozione approvata - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Si tratta di un provvedimento errato sotto due diversi profili: il primo, quello organizzativo, vede una citta' del tutto impreparata ad ospitare eventi sportivi di enorme portata come le Olimpiadi, con ripercussioni negative gigantesche per i cittadini. Basti pensare alle tante opere incompiute esistenti a Roma, come la Vela di Calatrava o la Nuvola di Fuksas di cui ancora  oggi non si conosce il destino. Il secondo, di tipo amministrativo, avrebbe imposto di attendere la decisione del Prefetto sulla questione mafia capitale, che potrebbe rivoluzionare l'assetto della gestione della citta'".

Per tali motivi il Codacons impugnera' al Tar la mozione approvata oggi dal Consiglio Comunale.

25 giugno 2015



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it