Rimborso pensioni: ad agosto 800 euro per gli assegni da 1.500

CODACONS: NON BASTA. PENSIONATI HANNO DIRITTO ALLA RESTITUZIONE DELL'INTERA SOMMA DECURTATA UNICA SPERANZA E' LA CLASS ACTION AVVIATA DALL'ASSOCIAZIONE ALLA QUALE SI PUO' ANCORA ADERIRE

La circolare pubblicata dall'Inps che attua il decreto sui rimborsi delle pensioni, non basta a sanare la situazione determinatasi a seguito della sentenza della Corte Costituzionale sulla legge Fornero.

Lo afferma il Codacons, che boccia senza appello i rimborsi che scatteranno il prossimo agosto.

"Il decreto del Governo emesso a seguito della decisione della Consulta non solo non risarcisce i pensionati per l'ingiusta decurtazioni subita, ma addirittura crea disparita' di trattamento tra cittadini, pur in presenza dei medesimi diritti - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Per tale motivo la circolare dell'Inps non risponde ai rilievi mossi dalla Corte Costituzionale e non sana l'illegittimita' sancita dai giudici".

"L'unica possibilita' per i pensionati per riavere indietro i soldi sottratti con la legge Fornero, e' la class action avviata dal Codacons, alla quale si puo' ancora aderire seguendo le istruzioni pubblicate sul nostro sito" - conclude Rienzi.

25 giugno 2015



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it