Referendum: da M5s e Si ricorso a Tar contro scheda

E Codacons presenta a Cassazione istanza di revoca. Quesito va modificato

(Codacons) - Anche il Codacons sta per depositare ricorso al Tar Lazio contro il quesito del Referendum costituzionale, al fine di ottenerne una modifica che garantisca maggiore trasparenza ed equità in favore dei cittadini. L’associazione non si limita però al Tar, e sta per presentare una istanza di revoca alla Corte di Cassazione, contro la decisione con cui l’Ufficio centrale per il referendum ha ammesso il testo del quesito referendario.
“Siamo felici che M5S e Sinistra Italiana intervengano assieme al Codacons al Tar, ma la nostra posizione è assai diversa da quella dei due partiti – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il ricorso e l’istanza di revocazione non sono finalizzati a favorire il “no”, ma semplicemente a garantire il rispetto delle norme e giungere ad un testo di quesito che sia il più neutro ed equilibrato possibile, senza spingere i cittadini verso il “si” o verso il “no” al prossimo referendum. In tal senso chiediamo alla Cassazione di rivedere la propria decisione, non in favore di un partito o di un altro, ma nell’esclusivo interesse degli italiani” – conclude Rienzi.