Pensioni: Codacons contro 'Ape'. Ci guadagneranno solo le banche

Condizioni estremamente svantaggiose per pensionati. Non e’ regalo, e’ forche caudine

(Codacons) - Nettamente contrario il Codacons al sistema “APE” per l’anticipo pensionistico allo studio del Governo. “Si tratta di un “ape” Regina per le banche, ma molto velenosa per i pensionandi – spiega il presidente Carlo Rienzi – Saranno proprio gli istituti di credito, infatti, assieme alle imprese assicuratrici, a godere di enormi benefici grazie al regalo proposto dal Governo, mentre per i lavoratori si aprirà uno scenario svantaggioso, con perdite che potrebbero raggiungere il 20% sull’importo finale della pensione”.

    “Quello che il governo propone attraverso l’Ape non è certo un regalo ai lavoratori, e chi vorrà anticipare la pensione dovrà passare sotto le forche caudine, schiacciato tra interessi bancari al 3% per il mutuo ventennale e assicurazione obbligatoria per eventuale decesso – prosegue Rienzi – Le condizioni sono estremamente svantaggiose per i pensionandi, e le perdite monetarie ingenti e certamente superiori ai possibili benefici. Gli unici soggetti che ancora una volta beneficeranno delle decisioni del Governo, saranno banche e assicurazioni, le quali possono contare sul consueto regalo dell’esecutivo”.