Natale: si conferma calo dei consumi, -5% su 2013

GLI ITALIANI SPENDERANNO 500 MILIONI DI EURO IN MENO RISPETTO ALLO SCORSO ANNO. ABBIGLIAMENTO, CALZATURE E ARREDAMENTO I SETTORI PIU' COLPITI

Si conferma il calo dei consumi natalizi previsto dal Codacons. Dopo l'associazione dei consumatori infatti anche i commercianti stanno registrando un calo nelle vendite legate al Natale, come attestano i dati diffusi oggi da Confcommercio.
"Anche quest'anno sara' un Natale di austerity - spiega il Presidente Carlo Rienzi - e prosegue il trend negativo dei consumi natalizi, che ha visto la spesa complessiva degli italiani calare di oltre 8 miliardi di euro dal 2007 ad oggi".
Per il Natale 2014 gli acquisti delle famiglie per beni e servizi tipici delle festivita' (regali, ristorazione, casa, viaggi, ecc.) scendono del -5% rispetto allo scorso anno, con una contrazione della spesa di circa 500 milioni di euro sul 2013 - prosegue il Codacons - Ma non tutti i settori risentiranno della crisi: se infatti per alimentari, telefonia, giocattoli ed elettronica i consumi saranno in linea con quelli degli scorsi anni, i comparti abbigliamento, calzature e arredamento risentiranno del taglio degli acquisti operato dai consumatori, complice anche l'eccessiva vicinanza dei saldi invernali alle festivita'.

13 dicembre 2014