Musica: Siae, ricorso d'urgenza su caso rivendita biglietti. Codacons, intervento tardivo

Siae doveva procedere prima. Per Coldplay costo biglietti sfiora i 6mila euro.

(Codacons) - Un intervento tardivo quello della Siae sul caso  della rivendita dei biglietti dei concerti, il cosiddetto “secondary ticketing”, fenomeno denunciato dal Codacons e che ha portato ad un esposto alla Procura di Milano e all’Antitrust, in  merito ai biglietti del concerto a San Siro dei Coldplay. “Il fenomeno è noto da tempo, ed è venuto a galla solo grazie alla denuncia del Codacons, che rappresenta migliaia di consumatori di musica che in massa si sono rivolti all’associazione denunciando l’abnorme rincaro dei biglietti sui siti di secondary ticketing – spiega il presidente Carlo Rienzi – Per questo l’intervento della Siae appare tardivo: in sostanza si chiude la stalla dopo che i buoi sono già scappati. E’ necessario invece prevenire la piaga del bagarinaggio online, attraverso provvedimenti ad hoc come i biglietti nominali e limiti sul numero di tagliandi acquistabili presso le rivendite ufficiali, sanzionando quei siti che, come nel caso del concerto dei Coldplay, speculano vendendo biglietti fino a 6000 euro l’uno” – conclude Rienzi.