Medici pronti a sciopero contro tagli prestazioni

Codacons: medici sbagliano, tagli agli sprechi partono proprio dall'eliminazione degli esami inutili

Uno sciopero del tutto inappropriato che mira a tutelare piu' gli interessi della categoria che quelli della collettivita'. Lo afferma il Codacons, criticando l'annuncio odierno dei sindacati dei medici di una serrata contro il decreto del Ministero della salute sulle prestazioni eccessive.

"Sosteniamo questa battaglia del Ministro della salute Lorenzin, perche' la sanita' rappresenta il settore dove si concentrano gli sprechi piu' costosi a danno della collettivita', e perche' la lotta agli sprechi deve necessariamente passare per  tagli alle prestazioni inutili che costano in Italia la bellezza di 13 miliardi di euro all'anno - spiega il presidente Carlo Rienzi - Non si tratta certo di una caccia alle streghe nei confronti dei medici, che appaiono totalmente tutelati e possono ricorrere anche a forme particolari di assicurazione. Il problema, semmai, e' garantire un livello di assistenza sanitaria adeguata ai pazienti, evitando distorsioni a danno degli utenti" - conclude Rienzi.