Mafia capitale: Codacons diffida sindaco Marino

SUBITO RIMPASTO GIUNTA O SARA' CHIESTO AL PREFETTO IL COMMISSARIAMENTO DEL COMUNE

Il Codacons ha inviato oggi una formale diffida al Sindaco di Roma, Ignazio Marino, a seguito della nuova ondata di arresti che ha scosso la capitale nell'ambito dell'inchiesta su appalti e corruzione.

Quello che si e' delineato attraverso l'indagine della magistratura e' un vero e proprio fallimento di Roma non solo economico, ma politico e morale, e le condotte poste in essere dalla pubblica amministrazione appaiono macchiate di dolo e colpa grave - spiega l'associazione - Riteniamo che la politica capitolina non possa rimanere immobile di fronte a quanto avvenuto, ma debba assumere decisioni a tutela della collettivita' e della corretta efficienza dell'amministrazione.

Per tale motivo il Codacons ha diffidato Marino a "procedere all'immediato azzeramento della giunta capitolina con un vero e proprio "rimpasto" e con l'inserimento di personalita' nuove anche esterne e giri di deleghe anche pesanti,  nell'ottica di garanzia di certezza giuridica, correttezza e trasparenza della P.A., alla luce dei fatti cosi' come ricostruiti nell'inchiesta della Procura di Roma e ai reati contestati che potrebbero di per se' gia' essere connotati da quegli elementi che da soli sarebbero essere sufficienti a giustificare, in assenza di un immediato intervento del sindaco, l'adozione della piu' grave misura del commissariamento per mafia".

E proprio in assenza di un rimpasto che "salvi" solo i soggetti meritevoli e vicini a realta' e partiti non toccati dall'indagine della Procura - fa sapere il Codacons - sara' inoltrata richiesta al Prefetto di commissariamento del Comune di Roma.

6 giugno 2015