Istat: prezzi ripartono, maggio +0,3% ma -0,3% su anno. Codacons, e’ solo timido segnale

Tabacchi spingono rialzo dei prezzi. Senza aumento consumi inflazione resta al palo

(Codacons) - L’aumento dell’inflazione dello 0,3% su base mensile è solo un timido segnale di ripresa dei prezzi, dovuto essenzialmente ai forti incrementi del tabacco registrati a maggio. Lo afferma il Codacons, commentando i dati diffusi oggi dall’Istat.

    “Su base annua l’inflazione è ancora negativa è ferma al -0,3% - spiega il presidente Carlo Rienzi – Questo perché i consumi delle famiglie non ripartono, come dimostrato dagli ultimi dati Istat sulle vendite. Se le famiglie non comprano, i prezzi al dettaglio sono destinati a non crescere, e si prolungherà il periodo di deflazione. Il timido incremento dell’inflazione registrato a maggio non può soddisfare, perché risponde al forte rincaro dei prezzi nel settore del tabacco e non ad una reale ripresa dei listini, né ad un incremento dei consumi da parte delle famiglie” – conclude Rienzi.