Incidente ditta rifiuti: Codacons chiede di indagare su controlli e verifiche dei sistemi di sicurezza effettuati presso l'azienda

Esposto alla procura di Rovigo. Nuove norme su controlli danno per lavoratori

Il Codacons annuncia oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Rovigo in merito al grave incidente verificatosi presso la ditta per lo smaltimento di rifiuti speciali Co.Im.Po, nel quale hanno perso la vita 4 operai.

Con tale esposto l'associazione chiede alla magistratura di accertare le responsabilita' degli enti locali, dell'Inail e dell'Ispettorato del Lavoro relativamente a controlli, verifiche e rispetto delle norme di sicurezza presso l'azienda teatro dell'incidente. Secondo il pm di Rovigo Sabrina Duo', infatti, sarebbero "evidenti i problemi di sicurezza all'interno della Co.Im.Po".

"Vogliamo sapere non solo se la struttura fosse o meno a norma, ma anche e soprattutto quanti e quali controlli sul fronte della sicurezza e del rispetto delle norme di sicurezza siano stati effettuati presso la ditta in questione - afferma il presidente Carlo Rienzi - Gia' nel 2010 il Codacons aveva denunciato i rischi connessi alla soppressione dell'Ispesl (l'istituto incaricato dei controlli sui luoghi di lavoro) e al suo accorpamento all'Inail, presentando ricorso al Tar del Lazio e segnalando come la misura voluta dall'allora Ministro Tremonti avrebbe avuto effetti negativi sul fronte della sicurezza per i lavoratori".

22 settembre 2014