Il Governo renda pubbliche le Relazioni sulle agenzie fiscali in Italia redatte da Ocse e FMI

(Assoutenti-Codici-Casa del Consumatore) - Rete Consumatori Italia chiede una Commissione d’inchiesta sugli abusi delle agenzie per la riscossione dei tributi. 

Il Governo ha secretato due dossier  commissionati ad esperti internazionali di Ocse e FMI dallo stesso ministro Padoan, il cui contenuto, riguardanti specificamente Equitalia e Agenzia delle Entrate, 

Il contenuto sarebbe così esplosivo da essere stato precluso alla conoscenza dell’opinione pubblica in considerazione del malanimo che i cittadini hanno nei confronti di chi li considera sudditi evasori e non cittadini aspramente vessati.

Secondo le indiscrezioni sui contenuti del dossier, emerge nero su bianco, dagli analisti internazionali incaricati che : «Alle funzioni di accertare banalmente l’evasione ed eventualmente riscuoterla hanno sommato un potere, micidiale, di condizionamento delle norme fiscali e di loro interpretazione che schiaccia il contribuente. (…) Nel rapporto Ocse si dice che il comportamento dell’Agenzia delle entrate nei confronti delle grandi imprese, nell’accompagnarle al rispetto delle norme, e nella eventuale riscossione dell’evaso è ben fatta, secondo gli standard internazionali. Ciò che proprio non funziona è il resto: presunzioni tributarie sui ricavi dei piccoli, attività di accertamento troppo dure, contenzioso sbilanciato a favore del pubblico».

Si faccia piena luce sui dossier perché i cittadini hanno diritto di sapere .

Se il Governo non provvede, Rete Consumatori Italia si farà promotore di una petizione al Parlamento per istituire una apposita Commissione parlamentare d’inchiesta.