Energia: Codacons chiede al ministro Calenda di obbligare autorita' a pubblicare elenco grossisti sotto inchiesta

I cittadini hanno il diritto di sapere

(Codacons) - Dopo la decisione del Tar della Lombardia che ha sospeso gli aumenti delle tariffe luce e gas, il Codacons chiede al Premier Matteo Renzi e al Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, di ordinare all’Autorità per l’energia di pubblicare l’elenco dei grossisti finiti sotto inchiesta.
L’Autorità – spiega l’associazione - oltre ad aver autorizzato gli aumenti di luce e gas pur in presenza di speculazioni, sta nascondendo ai cittadini l’elenco dei grossisti accusati di condotte illecite. L’Authority, infatti, ha avviato un procedimento per punire le condotte poste in essere dai grossisti dell'energia elettrica e configurabili come abusi di mercato ai sensi del Regolamento (UE), ma ha pubblicato sul proprio sito internet solo la delibera di avvio del procedimento omettendo volutamente di rendere pubblico l’allegato A contenente la lista degli operatori coinvolti.
“Gli utenti hanno diritto di conoscere i nomi di chi specula sulle loro spalle – afferma il presidente Carlo Rienzi – Per tale motivo Matteo Renzi e il ministro Calenda devono obbligare l’Autorità per l’energia a rendere pubblico l’elenco dei grossisti sotto procedimento, per consentire ai cittadini le dovute azioni risarcitorie nei loro confronti”.