Elezioni: depositato appello Codacons a Consiglio di Stato per spostamento comunali e voto anche il 6 giugno

(Codacons) - Continua intanto grave violazione della par condicio. La lista Codacons rifiuta interviste "elemosina" chieste DA Ballaro' e Matrix. In arrivo sanzioni
 
Il Codacons ha depositato questa mattina ricorso d'appello al Consiglio di Stato per ottenere lo spostamento delle elezioni al 12 giugno o l'aggiunta della data del 6 giugno, allo scopo di consentire una maggiore affluenza di elettori alle comunali. L'associazione ha chiesto ai giudici di Palazzo Spada di correggere la sentenza del Tar Lazio - che ha rigettato l'istanza del Codacons - anche alla luce delle dichiarazioni di ieri del Ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che ha sposato la linea dell'associazione proponendo di far votare gli italiani anche lunedi' 6 giugno.
 
Intanto in tema di par condicio la lista "Codacons x Roma", che appoggia il candidato Carlo Rienzi alle comunali della capitale, ha rifiutato due interviste "elemosina" chieste da "Ballaro'" e "Matrix", e annuncia nuove denunce contro le reti televisive.
 
Le due trasmissioni, infatti, anziche' invitare il candidato Rienzi in studio al pari di Giachetti, Raggi, Meloni e Marchini, da settimane onnipresenti sui canali Rai e Mediaset, hanno proposto allo stesso di realizzare una intervista esterna di una manciata di secondi da mandare successivamente in onda, credendo cosi' di soddisfare le norme di legge in materia elettorale. Una richiesta offensiva che la Lista Codacons ha respinto, e che portera' a nuove denunce contro le due reti tv, e a possibili sanzioni da parte dell'Autorita' per palese violazione della par condicio.