Ddl concorrenza, Codacons: governo con una mano da' e con l'altra toglie

MALE L'ESCLUSIONE DEI FARMACI DI FASCIA C, BENE MISURE SU ALBERGHI. LUCI E OMBRE SU RC AUTO

Con il Ddl concorrenza il Governo con una mano da' e con l'altra toglie. Lo afferma il Codacons, dopo l'ok della Camera al disegno di legge annuale sulla concorrenza.

"Riteniamo gravissimo che dal provvedimento sia stata esclusa la liberalizzazione dei farmaci di fascia C, una scelta che rappresenta una gravissima cessione alla lobby farmaceutica - denuncia il Presidente Carlo Rienzi - Ancora una volta il Parlamento si fa sconfiggere dai poteri forti, creando un danno a milioni di cittadini e impedendo la creazione di migliaia di nuovi posti di lavoro".

Le misure sull'rc auto, invece, presentano per il Codacons luci e ombre. "Positiva la norma che elimina le odiose differenze territoriali per gli assicurati, ma sulla scatola nera persistono enormi dubbi. E' necessario infatti vigilare sui costi di installazione e manutenzione degli apparecchi, che devono essere a totale carico delle compagnie assicurative e non traslati sui consumatori attraverso le polizze" - spiega Rienzi.

Promosse infine le misure sugli alberghi, che permettono agli esercenti di praticare tariffe piu' convenienti rispetto ai prezzi imposti dai colossi delle prenotazioni online come Booking. Sara' cosi' possibile per i consumatori ottenere sconti e tariffe vantaggiose risparmiando sui costi di pernottamento in hotel.

7 ottobre 2015