Banche Popolari, Codacons denuncia: possibili rischi per utenti da trasformazione in Spa

ASSOCIAZIONE STUDIA AZIONI LEGALI DOPO OK DEFINITIVO AL SENATO

SERVONO GARANZIE PER CORRENTISTI, RISPARMIATORI E LAVORATORI

La trasformazione delle banche popolari in Spa potrebbe avere conseguenze negative per utenti, correntisti e risparmiatori, al punto che il Codacons sta studiando possibili azioni legali da intraprendere a tutela dei consumatori e dei lavoratori.

Lo annuncia oggi l'associazione dei consumatori, dopo il via libera definitivo del Senato al decreto sulle banche.

"La trasformazione delle popolari in Spa rischia di cambiare radicalmente la gestione di tali istituti e di consentire scalate da parte di operatori stranieri, con conseguenti possibili modifiche sul piano delle condizioni praticate all'utenza ma anche dell'occupazione, se si pensa ad esempio agli esuberi - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Per questo motivo servono garanzie in favore di correntisti, risparmiatori e lavoratori, affinche' la riforma delle banche non si traduca in un danno per tali categorie. Da questo punto di vista il Codacons sta valutando le possibili azioni legali da intraprendere a tutela dei diritti degli utenti bancari" - conclude Rienzi.

25 marzo 2015