Atac senza fondi, Adoc: prima un servizio di qualita', poi la richiesta di soldi

A Madrid, che ha lo stesso numero di abitanti di Roma distribuiti su un territorio dimezzato, ci sono 16 linee della metro. A Roma 2 e mezzo. Una differenza abissale tra due capitali europee che impone una severa analisi sull'efficienza del trasporto pubblico romano.

"L'Atac, prima di richiedere fondi per il suo servizio, deve offrire un servizio di qualita', efficace e efficiente, in linea con le altre Capitali europee - dichiara Lamberto Santini, Presidente dell'Adoc - ormai e' sempre piu' un pozzo senza fondo che una vera azienda di trasporti. Non solo le linee di trasporto sono ridotte e male organizzati ma spesso ci sono veri e propri blackout del servizio che lasciano a piedi migliaia di romani. Se il Comune non e' in grado di gestire la mobilita', la lasci amministrare alla Regione. Il fatto che l'Atac sia continuamente in debito e con un servizio a dir poco scadente e' innanzitutto colpa dei vertici che la amministrano per i quali, ancora una volta, chiediamo le dimissioni immediate."

11 settembre 2014