Antitrust Ue aprira' indagine su ostacoli a E-Commerce

UNC: BENE, BASTA CON LE CLAUSOLE VESSATORIE COME QUELLA DEL FORO COMPETENTE

L'Antitrust Ue aprira' un'indagine sul commercio online per verificare se alcune aziende ostacolano di proposito la vendita di merci transfrontaliera, ostacolando il libero scambio di merci.

"E' una buona notizia. Il mercato e' in forte espansione anche in Italia. Il fatturato ormai supera i 13 miliardi, ma, rispetto alla distribuzione delle vendite, solo il 20% e' relativo al mercato estero. Una percentuale ancora troppo bassa" ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Per questo vanno rimossi tutti gli ostacoli che limitano le vendite transfrontaliere, come ad esempio la mancata applicazione del foro del consumatore per la risoluzione delle controversie o altre clausole vessatorie. Invitiamo l'Antitrust ad aprire una finestra anche sui pagamenti digitali. Gli strumenti di pagamento sono ancora uno dei principali ostacoli allo sviluppo dell'ecommerce. E' ancora forte la percezione di insicurezza da parte dei consumatori, specie nei confronti dei pagamenti verso l'estero. La truffa dei bonifici esteri e' un classico" ha concluso l'avv. Dona (segui @massidona su Twitter).

Tabella: Fatturato e-commerce (dati in milioni di euro)

Fatturato Tot

Turismo

Abbigliamento

Informatica

Assicurazioni

Editoria

2006

4107

1889,22

123,21

410,7

369,63

82,14

2007

5032

2666,96

150,96

503,2

402,56

100,64

2008

5754

3049,62

230,16

575,4

460,32

115,08

2009

5772

3001,44

346,32

577,2

461,76

173,16

2010

6779

3525,08

542,32

677,9

610,11

203,37

2011

8081

3878,88

808,1

808,1

808,1

242,43

2012

9565

4304,25

1052,15

956,5

1052,15

286,95

2013

11305

4748,1

1469,65

1243,55

1130,5

339,15

2014

13278

5311,2

1858,92

1593,36

1195,02

398,34

Fonte: dati "Osservatorio eCommerce B2c" elaborati da Unione Nazionale Consumatori

26 marzo 2015