Adoc a Trenitalia, serve maggiore controllo e sicurezza nelle Stazioni, in particolare a Termini

A seguito dell’incontro dello scorso 25 giugno tra le Associazioni dei consumatori e l’ing. Soprano, Amministratore Delegato di Trenitalia, l’Adoc, rappresentata dal Presidente Lamberto Santini, espone le sue principali richieste:

- pur apprezzando lo sforzo congiunto di aziende e sindacati finalizzato al ripristino della legalità e di elementari norme di sicurezza sui treni e all’interno delle Stazioni ferroviarie chiediamo comunque di rafforzare le azioni di controllo che in una realtà come la stazione di Roma Termini presenta gravi lacune di sicurezza, sia all’interno della stazione, compresi i binari, che nella zona antistante. A tal riguardo sarebbe auspicabile un coinvolgimento attivo del Ministero dell’Interno poiché la questione sicurezza, anche in previsione dell’imminente Giubileo, è primaria, in quanto ad oggi sia il personale che gli utenti sono a forte rischio di furti, scippi e violenze. A parere dell’Adoc occorre filtrare l’ingresso direttamente alla stazione, non solo ai binari, in modo da creare un’area di piena sicurezza all’interno del nodo ferroviario

- apertura di un tavolo di confronto continuo tra Trenitalia e Associazioni dei consumatori, focalizzato non solo sugli aspetti legati alla sicurezza ma anche all’innalzamento degli standard qualitativi dei servizi offerti all’utenza, in particolare per le tratte regionali e dedicate ai pendolari che, allo stato attuale, accusano numerosi deficit di puntualità, pulizia e vivibilità.

2 luglio 2015