Italia-Myanmar: prima visita delegazione parlamentare italiana

Italia-Myanmar: prima visita delegazione parlamentare italiana

Naypyidaw - Prima visita di una delegazione parlamentare italiana alle istituzioni del Myanmar. Nella capitale Nayopyidaw, una delegazione bipartisan guidata dal Presidente della Commissione Esteri del Senato, Pier Ferdinando Casini, ha incontrato la leader del Paese, Aung San Suu Kyi, e i Presidenti delle due Camere del Parlamento birmano.
Fola la delegazione italiana, composta dalla senatrice Emma Fattorini (PD), dal senatore Vito Rosario Petrocelli (M5S) gia' capogruppo a Palazzo Madama, dall'onorevole Sandra Zampa (PD), Presidente del Gruppo di Amicizia parlamentare Italia-Birmania, accompagnata dalla ex senatrice Albertina Soliani, in rappresentanza dell'Associazione di Amicizia Italia-Birmania. Agli incontri ha partecipato l'ambasciatore d'Italia, Pier Giorgio Aliberti.
Si tratta della prima storica visita di una delegazione parlamentare italiana alle istituzioni del Myanmar. E la missione assume un particolare rilievo perche' avviene nel corso della Conferenza di pace, tra il governo centrale e i gruppi etnici armati, che si e' aperta giovedi'. "Stiamo lavorando per consolidare la trasformazione del Paese, garantire a tutti i diritti democratici e rafforzare le relazioni di amicizia con i Paesi vicini", ha detto Aung San Suu Kyi al termine dell'incontro, illustrando ai parlamentari italiani i progressi in corso nei campi dell'istruzione scolastica, specie per i piu' piccoli, e della lotta alla poverta'.
Nel corso della visita, svoltasi in un clima particolarmente cordiale, sono state ribadite le speciali relazioni bilaterali tra Italia e Myanmar. L'onorevole Zampa ha rinnovato l'invito ad Aung San Suu Kyi a partecipare alla Conferenza parlamentare in ambito G7, che si terra' a Roma nel mese di maggio. Il presidente Casini ha sottolineato come, dopo la recente visita del ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, il rafforzamento della cooperazione parlamentare tra i due Paesi rappresenta un'ulteriore tappa di consolidamento dell'amicizia reciproca in una fase molto importante della vita del Myanmar.
A margine degli incontri, le espressioni reciproche di solidarieta' per i terremoti che hanno colpito, negli stessi giorni, il Centro Italia e - in Myanmar - in particolare il sito archeologico di Bagan. (AGI)