Italia-Sudafrica: Terzo Summit Ambrosetti il 18-19 ottobre a Johannesburg

Italia-Sudafrica: Terzo Summit Ambrosetti il 18-19 ottobre a Johannesburg
Johannesburg italia - africa 

Johannesburg - Appuntamento a Johannesburg il 18 e 19 ottobre per il terzo "Summit Italia-Sudafrica" organizzato da The European House-Ambrosetti. L'iniziativa e' patrocinata dalla Farnesina, dall'ambasciata dell'Italia in Sudafrica, dall'ambasciata del Sudafrica in Italia, dall'Istituto Nazionale per il Commercio Estero (Ice), dalla Camera di Commercio e Industria Sudafrica - Italia, dalla Regione Emilia Romagna e dalla Segreteria di Stato Industria Artigianato Commercio Trasporti e Ricerca della Repubblica di San Marino.
Quest'anno, il Summit conta anche sul patrocinio e sulla cooperazione attiva della provincia del Gauteng, che rappresenta il 34% del Pil del Sudafrica e il 10% del Pil dell'intero continente, principale motore delle relazioni tra l'Italia e il Sudafrica che si stanno via via moltiplicando. "Il Sudafrica e i Paesi dell'Africa australe tendono a restare fuori dal radar della maggioranza delle aziende italiane. E' un errore strategico perche' le opportunita' e le sinergie tra Italia e Sudafrica sono parzialmente inesplorate. Inoltre il Sudafrica sara' nei prossimi decenni uno dei poli di sviluppo dell'Africa, futura grande economia mondiale", ha spiegato Paolo Borzatta, senior partner The European House-Ambrosetti, sottolineando quanto sia importante rafforzare il rapporto tra i due Paesi. Il Summit, molto esclusivo e solo ad invito, riunira' i piu' importanti capi d'azienda italiani e sudafricani, autorevoli economisti e autorita' governative per discutere le opportunita' strategiche nei due Paesi. Sara' una piattaforma comune per l'ingresso e l'espansione verso il continente Sub-Sahariano. L'obiettivo e' aumentare significativamente gli investimenti e le sinergie commerciali tra i due Paesi ed i rispettivi continenti. A questa edizione parteciperanno circa 150 business leader, di cui la meta' italiani. Diverse le delegazioni provenienti da diverse parti d'Italia che in questa occasione stringeranno accordi con aziende e organizzazioni sudafricane: a partire dalla Lombardia, rappresentata dal vice presidente della Regione Lombardia, Fabrizio Sala, all'Emilia-Romagna, rappresentata dal presidente, Stefano Bonaccini.
Per la prima volta, quest'anno saranno presenti anche delegazioni di aziende e rappresentanti di istituzioni di altri Paesi africani (Botswana, Namibia) e da altri Paesi europei (Grecia, Portogallo e Spagna). A latere e durante il Summit, verra' firmato un accordo ministeriale tra il ministero italiano dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e il ministero sudafricano dell'Acqua e dell'Ambiente, insieme a un Memorandum of Understanding tra la Regione Emilia-Romagna e la Provincia del Gauteng. Inoltre, verranno presentati i primi risultati della Social Initiative lanciata nell'edizione 2015 con la quale i leader partecipanti al Summit si sono resi disponibili a fare da mentor a dei giovani sudafricani: 2 startupper faranno una presentazione durante la cena di gala del 18 ottobre. (AGI)