Algeria: Bouteflika riappare in pubblico per giorno Indipendenza

Algeria: Bouteflika riappare in pubblico per giorno Indipendenza
Abdelaziz Bouteflika, presidente Algeria (afp) 

Algeri - Il presidente algerino, Abdelaziz Bouteflika, ha deposto oggi una corona presso il cimitero El Alia cimitero di Algeri in una rara apparizione pubblica in occasione del 54mo anniversario dell'indipendenza del paese nordafricano. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il presidente del Consiglio della nazione Abdelkader Bensalah; il presidente del Congresso nazionale del popolo, Mohamed Larbi Ould Khelifa; il primo ministro Abdelmalek Sellal; il presidente del Consiglio costituzionale, Mourad Medelci; il capo di Stato Maggiore, Ahmed Ouyahi; il consigliere speciale del presidente della Repubblica, Tayeb Belaiz; il ministro degli Effari esteri e della cooperazione internazionale, Ramtane Lamamra; il viceministro della Difesa e capo di Stato Maggiore dell'Esercito, generale Ahmed Salah Gaido; il segretario generale dell'Organizzazione nazionale dei Mujaheddin, Said Abadou e diversi altri membri del governo. Bouteflika era come di consueto sulla sedia a rotelle perche' impossibilitato a muoversi a causa delle condizioni di salute. L'anziano e malato capo dello Stato algerino ha inviato ieri un messaggio in occasione dell'anniversario dell'indipendenza, esortando i giovani algerini ad agire in modo "pacifico" e "generoso" per vincere la battaglia dello sviluppo. "Una simile battaglia e' al di sopra di ogni divisione politica, ideologica o di qualsiasi altra natura, perche' e' semplicemente la battaglia del vostro avvenire, giovani del mio paese, la battagli del futuro dell'Algeria", ha detto Bouteflika. Il presidente algerino ha precisato che "nonostante alcune debolezze", l'Algeria ha garantito ai giovani l'accesso all'istruzione e un contesto sociale "decente". "Oggi l'Algeria mette a disposizione le sue risorse che porteranno i loro frutti", ha sottolineato Bouteflika. Per fare cio', ha concluso il presidente algerino, "e' necessario ricorrere alle vostre capacita', alle vostre conoscenze, al vostro sudore e alle vostre braccia". (AGI)