Pop. Vicenza: sindacati, tagli partano da top non da dipendenti

(AGI) - Vicenza, 30 set. - Fabi, First/Cisl, Fisac/Cgil eUnisin hanno incontrato oggi il dg di Popolare di Vicenza,Francesco Iorio, che ha presentato loro il piano industriale al2020 della banca, che prevede 575 esuberi. "Si tratterebbe del10% della forza lavoro", sottolineano in una nota, in cuispiegano come sia stata delineata loro "la possibilita' dicessioni e/o riorganizzazioni delle societa' controllate(esclusa Banca Nuova) nel rispetto di tutte le garanziecontrattualmente previste" e come ci sia un progetto pergiungere a un consorzio tra Servizi Bancari e Sec. "Prima di qualsiasi intervento sul personale vannoeliminati

(AGI) - Vicenza, 30 set. - Fabi, First/Cisl, Fisac/Cgil eUnisin hanno incontrato oggi il dg di Popolare di Vicenza,Francesco Iorio, che ha presentato loro il piano industriale al2020 della banca, che prevede 575 esuberi. "Si tratterebbe del10% della forza lavoro", sottolineano in una nota, in cuispiegano come sia stata delineata loro "la possibilita' dicessioni e/o riorganizzazioni delle societa' controllate(esclusa Banca Nuova) nel rispetto di tutte le garanziecontrattualmente previste" e come ci sia un progetto pergiungere a un consorzio tra Servizi Bancari e Sec. "Prima di qualsiasi intervento sul personale vannoeliminati gli imbarazzanti Consigli di Amministrazione inessere sulle aziende del gruppo, certamente piu' costosi deilavoratori stessi", attaccano i sindacati, che chiedono che "isacrifici partano dall'alto", con un taglio dei numeri deicomponenti del Cda, eliminazione dei premi a figure apicali,benefit, riduzione degli stipendi del top management,diminuzione dei Manager alcuni dei quali hanno contribuito ainegativi risultati e/o non hanno denunciato quanto dovevano.(AGI)Ve1/Mau