Migranti: Zaia, distribuzione profughi in Ue operazione immagine

(AGI) - Venezia, 20 ott. - "Anche stavolta tutto come previsto:la grande operazione di distribuzione degli immigrati presentiin Italia nel resto d'Europa era una maldestra operazioned'immagine. Il conto dei trasferiti si fermera' a 130. Quelloche non si ferma e' la caduta di credibilita' del GovernoItaliano incapace di gestire il fenomeno e della CommissioneEuropea latitante". Con queste parole il presidente dellaRegione Veneto, Luca Zaia, commenta la notizia di fonti Uesecondo la quale, con i 100 immigrati in partenza questasettimana dall'Italia, si esauriscono i posti messi adisposizione fino ad oggi dagli Stati

(AGI) - Venezia, 20 ott. - "Anche stavolta tutto come previsto:la grande operazione di distribuzione degli immigrati presentiin Italia nel resto d'Europa era una maldestra operazioned'immagine. Il conto dei trasferiti si fermera' a 130. Quelloche non si ferma e' la caduta di credibilita' del GovernoItaliano incapace di gestire il fenomeno e della CommissioneEuropea latitante". Con queste parole il presidente dellaRegione Veneto, Luca Zaia, commenta la notizia di fonti Uesecondo la quale, con i 100 immigrati in partenza questasettimana dall'Italia, si esauriscono i posti messi adisposizione fino ad oggi dagli Stati membri, solo sei deiquali hanno dato disponibilita', e per piccoli numeri. "Solonel Veneto - aggiunge Zaia - fino ad oggi ne sono arrivatiquasi 19 mila - e solo questo numero da' la misura dellasituazione reale, completamente furi controllo e senza un realespiraglio di soluzione perche' l'unica concreta, equadistribuzione in tutta Europa degli arrivati e avvio immediatodi una grande operazione umanitaria internazionale neiterritori di provenienza andando a realizzare li' campi diaccoglienza ovunque possibile, sta solo nelle belle paroledelle dichiarazioni ufficiali". "Attendo con interesse -conclude Zaia - la prossima conferenza stampa del GovernoItaliano e della Commissione Europea, nella speranza cheabbiano il coraggio di dire la verita' o il buon senso dismentire l'annunciato blocco". (AGI)Ve1/Bru