Grande Guerra: Trentino, in bici per 100 km nei forti militari

(AGI) Trento, 13 giu - In Trentino il mondo dello sportrendera' omaggio ai caduti della Prima Guerra mondiale con la"100 km dei Forti dell'Alpe Cimbra". Domenica 14 giugnoLavarone e le imponenti fortezze del primo conflitto bellicointernazionale del 1915-'15 accoglieranno centinaia di bikersper la tappa del circuito "Trentino Mtb presented bycrankbrothers" e la 100 km dei Forti. La fitta rete disterrati, single track e strade militari fornisce ai bikersun'infinita' di percorsi fra boschi, pascoli e i caratteristiciforti militari della zona dove -tra il 1908 e il 1914- preseforma una imponente cintura

(AGI) Trento, 13 giu - In Trentino il mondo dello sportrendera' omaggio ai caduti della Prima Guerra mondiale con la"100 km dei Forti dell'Alpe Cimbra". Domenica 14 giugnoLavarone e le imponenti fortezze del primo conflitto bellicointernazionale del 1915-'15 accoglieranno centinaia di bikersper la tappa del circuito "Trentino Mtb presented bycrankbrothers" e la 100 km dei Forti. La fitta rete disterrati, single track e strade militari fornisce ai bikersun'infinita' di percorsi fra boschi, pascoli e i caratteristiciforti militari della zona dove -tra il 1908 e il 1914- preseforma una imponente cintura fortificata con finalita' difensivee offensive, sotto la direzione del Generale Franz Conrad vonHotzendorf. L'area militare era lunga 28 chilometri,comprendeva sette roccaforti dislocate tra Cima Vezzena ed irilievi di Serrada. Le cosiddette "Fortezze dell'Imperatore"oggi possono essere visitate con passeggiate nel verde cheincrociano anche trincee e resti di edifici militari, ilCimitero militare di Costalta, quello di Slaghenaufi e laCappella militare austro-ungarica di Santa Zita al Passo diVezzena. Ciascuna fortificazione poteva ospitare fino a 300soldati, era costruita in calcestruzzo armato con travid'acciaio e coperture spesse oltre tre metri e dotata dicorazze frontali, cupole girevoli per cannoni e mitragliatrici.Forte Dosso delle Somme, Sommo Alto e Cherle-Sebastianodifendevano la zona di Folgaria; Forte Campo di Luserna, Verlee Cima Vezzena-Spitz Levico, quella nord-orientale degliAltipiani mentre a Lavarone, col ruolo di "sentinella della Vald'Astico" sorgeva Forte Belvedere-Gschwent, il piu'spettacolare poiche' ottimamente conservato grazie ancheall'intervento del re Vittorio Emanuele III che negli anniTrenta lo salvo' dalla campagna di recupero dell'acciaio. Ilpercorso ciclistico "Classic" di 57 km, chiudera' anche il1000Grobbe Bike Challenge che vedra' gli appassionati impegnatisull'Alpe Cimbra anche venerdi' 12 giugno alla Lavarone Bike esabato 13 con la Nosellari Bike. (AGI) Tn1/Mav