Grande Guerra: Trentino, a 3. 629 m nasce il Museo di Alta quota

(AGI)- Trento, 12 lug. - Nell'anno del Centenario della GrandeGuerra, Punta Linke, nel gruppo Ortles-Cevedale a 3.629 m dialtitudine, torna a vivere in un museo d'alta quota: nei suoicunicoli non transitano piu' soldati e munizioni ma turisti"armati", tutt'al piu', di zaino e macchina fotografica. PuntaLinke fu durante la Prima Guerra mondiale una delle postazioniaustro-ungariche piu' alte e piu' importanti dell'interofronte. Dotata di un doppio impianto teleferico, questo "nidod'aquila" era collegato da una parte al fondovalle di Peio edall'altra al "Coston delle barache brusade" verso il Palon dela Mare, nel cuore

(AGI)- Trento, 12 lug. - Nell'anno del Centenario della GrandeGuerra, Punta Linke, nel gruppo Ortles-Cevedale a 3.629 m dialtitudine, torna a vivere in un museo d'alta quota: nei suoicunicoli non transitano piu' soldati e munizioni ma turisti"armati", tutt'al piu', di zaino e macchina fotografica. PuntaLinke fu durante la Prima Guerra mondiale una delle postazioniaustro-ungariche piu' alte e piu' importanti dell'interofronte. Dotata di un doppio impianto teleferico, questo "nidod'aquila" era collegato da una parte al fondovalle di Peio edall'altra al "Coston delle barache brusade" verso il Palon dela Mare, nel cuore del ghiacciaio dei Forni. (AGI) Tn1/Cav (Segue)