Fisco: Zaia, ho mobilitato avvocatura contro tassa soccorso alpino

(AGI) - Venezia, 16 lug. - "Ogni anno la Regione contribuiscecon un milione e 100 mila euro al funzionamento del SoccorsoAlpino, i nostri angeli che salvano centinaia di vite sullevette delle montagne. E, ogni anno, lo Stato e il fiscorapinano 32 euro in marche da bollo a ciascun lavoratoreautonomo ogni volta che deve chiedere il rimborso dellagiornata lavorativa perduta per aver posto la propria vita e ilproprio tempo a disposizione del prossimo. Una vergogna controcui mi opporro' con ogni forza e ogni mezzo". Con questo duroatto d'accusa il Presidente del Veneto,

(AGI) - Venezia, 16 lug. - "Ogni anno la Regione contribuiscecon un milione e 100 mila euro al funzionamento del SoccorsoAlpino, i nostri angeli che salvano centinaia di vite sullevette delle montagne. E, ogni anno, lo Stato e il fiscorapinano 32 euro in marche da bollo a ciascun lavoratoreautonomo ogni volta che deve chiedere il rimborso dellagiornata lavorativa perduta per aver posto la propria vita e ilproprio tempo a disposizione del prossimo. Una vergogna controcui mi opporro' con ogni forza e ogni mezzo". Con questo duroatto d'accusa il Presidente del Veneto, Luca Zaia, torna sullaribellione dei volontari del Cnsas che si oppongono alpagamento dell'imposta di bollo sulle richieste di rimborso perle giornate lavorative utilizzate nell'attivita' di soccorso."Ho dato incarico all'avvocatura regionale di verificare ogniipotesi normativa affinche' questa assurdita' sia cancellata alpiu' presto - riprende Zaia - Non e' possibile che unostanziamento regionale per un'attivita' fondamentale a sostegnodella sanita' e del turismo venga di fatto annullato da unoStato vorace che non perde occasione per infilare le mani nelletasche della brava gente che (un veneto su cinque favolontariato) aiuta proprio lo Stato nello svolgimento diimportati servizi alla comunita'" (AGI)Ve1/Sep