Banca Ifis: acquisisce Interbanca da Ge Capital per 160 mln

(AGI) - Venezia, 28 lug. - Banca Ifis ha raggiunto un accordo con Ge Capital per...

(AGI) - Venezia, 28 lug. - Banca Ifis ha raggiunto un accordo con Ge Capital per acquisire Interbanca, l'ex merchant di Antonveneta. L'acquisizione, che non prevede un aumento di capitale e che e' subordinata al via libera dell'Antitrust, prevede un corrispettivo di 160 milioni e il rimborso integrale del debito di Interbanca verso Ge Capital. Con l'operazione Banca Ifis rafforza "la struttura e i business esistenti con attivita' complementari, in linea con le strategie di sviluppo per linee esterne dell'istituto, con l'obiettivo di costituire l'operatore italiano leader nella specialty finance dedicato al supporto finanziario alle micro, piccole e medie imprese italiane (dalla finanza iniziale fino al restructuring e ai nonperforming loans)". "L'acquisizione di Ge Capital Interbanca e' un segnale forte che Banca Ifis lancia al mercato e ai suoi clienti, attuali e futuri. Abbiamo disponibilita', dedizione e impegno per crescere ed erogare nuovi impieghi nel settore del credito commerciale e nei nuovi settori che si aggiungeranno alle attuali attivita'", ha sottolineato il presidente Sebastien Egon Furstenberg. "Le nuove competenze acquisite ci consentiranno - ha aggiunto l'ad Giovanni Bossi - di raggiungere nuove sinergie operative e gestionali, fondamentali per lavorare in un mercato in continua evoluzione, nel quale vogliamo operare da protagonisti. Obiettivo perseguibile grazie al business model efficiente e sostenibile che ci caratterizza e che continuera' a distinguerci. Questa acquisizione realizza inoltre un rilevante ulteriore rafforzamento patrimoniale che ci consentira' di sostenere la crescita nel lungo termine". Il perimetro dell'acquisizione coinvolge il 99,99% delle azioni di Interbanca comprensivo delle relative societa' attive nel factoring, nel leasing (finanziario e operativo) e nel lending. Al 31 dicembre 2015 scorso la merchant bank ha registrato a livello consolidato un margine di intermediazione pari a 87,3 milioni di euro e una perdita d'esercizio di 44,6 milioni di euro, da imputare principalmente alle rettifiche di valore apportate ai crediti verso la clientela, relative in prevalenza al portafoglio lending.(AGI)
Ve1/Bru