Welfare: Casciari (Umbria), soddisfazione per legge riordino Ipab

(AGI) - Perugia, 18 nov. - Esprime "soddisfazione" lavicepresidente e assessore alle Politiche sociali dell'Umbria,Carla Casciari, per l'approvazione in Consiglio regionale dellalegge per la disciplina di riordino e trasformazione delleIstituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza (Ipab). "Lanuova legge - afferma l'assessore - consentira' alle 'Ipab'l'evoluzione in forme giuridiche maggiormente coerentiassicurando cosi' un'efficace rete integrata di servizi allapersona. Inoltre - aggiunge - riconosce nelle istituzioni enelle organizzazioni non lucrative attive nella nostra regione,una componente essenziale nella costruzione di un sistema diwelfare solidale e responsabile". In Umbria sono 54 attive le

(AGI) - Perugia, 18 nov. - Esprime "soddisfazione" lavicepresidente e assessore alle Politiche sociali dell'Umbria,Carla Casciari, per l'approvazione in Consiglio regionale dellalegge per la disciplina di riordino e trasformazione delleIstituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza (Ipab). "Lanuova legge - afferma l'assessore - consentira' alle 'Ipab'l'evoluzione in forme giuridiche maggiormente coerentiassicurando cosi' un'efficace rete integrata di servizi allapersona. Inoltre - aggiunge - riconosce nelle istituzioni enelle organizzazioni non lucrative attive nella nostra regione,una componente essenziale nella costruzione di un sistema diwelfare solidale e responsabile". In Umbria sono 54 attive leIpab che trovano la loro origine nella legge Crispi del 1890."Le istituzioni umbre - l'assessore Casciari - operanoprioritariamente in campo socio-assistenziale, socio-sanitarioe socio-educativo. Alcune di queste strutture sono gia' in viadi riorganizzazione per consentire maggiore economicita' esemplificazione degli adempimenti gestionali". (AGI)Pg1/Sep