Ue: Consiglio Umbria approva schema orientamento fondi 2014-2020

(AGI) - Perugia, 16 lug. - Il Consiglio regionale dell'Umbriaha approvato oggi, con 23 voti favorevoli e l'astensione diOrfeo Goracci (Cu), la risoluzione che accoglie e recepisce icontenuti dello Schema generale di orientamenti per i programmicomunitari 2014/2020 predisposto dalla Giunta di PalazzoDonini. Nel documento votato dall'Aula sono contenute alcuneintegrazioni all'atto dell'Esecutivo, relativamente alle areeinterne (a Orvietano e Fascia appenninica viene aggiunta laValnerina), alle aree urbane (a Perugia, Terni, Foligno eCitta' di Castello viene aggiunta Spoleto) e agli interventi asostegno delle azioni per Perugia Capitale della cultura 2019.Previsti poi: il

(AGI) - Perugia, 16 lug. - Il Consiglio regionale dell'Umbriaha approvato oggi, con 23 voti favorevoli e l'astensione diOrfeo Goracci (Cu), la risoluzione che accoglie e recepisce icontenuti dello Schema generale di orientamenti per i programmicomunitari 2014/2020 predisposto dalla Giunta di PalazzoDonini. Nel documento votato dall'Aula sono contenute alcuneintegrazioni all'atto dell'Esecutivo, relativamente alle areeinterne (a Orvietano e Fascia appenninica viene aggiunta laValnerina), alle aree urbane (a Perugia, Terni, Foligno eCitta' di Castello viene aggiunta Spoleto) e agli interventi asostegno delle azioni per Perugia Capitale della cultura 2019.Previsti poi: il rafforzamento delle politiche di contrastodella crisi economica, di inclusione sociale e di sostegno alladomanda interna; l'invio in Consiglio del rapporto divalutazione ex post previsto dalla normativa europeariguardante la precedente politica di finanziamenti comunitari;il sostegno a un modello di agricoltura orientato al contrastodei cambiamenti climatici, alla multifunzionalita' e allatutela dell'ambiente e della biodiversita', con particolareriferimento anche alle filiere corte, alle produzioni locali ecertificate, alla vendita diretta e alle produzioni biologiche;la concentrazione di piu' risorse possibili sul sistema delleimprese per le quali il Piano di sviluppo rurale e' pensato.Per la programmazione comunitaria 2014-2020 la Regione Umbriapotra' disporre di risorse complessive per 1 miliardo e 774milioni di euro, tra Programma nazionale di sviluppo rurale(876 milioni), Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr, 356milioni), Fondo sociale europeo (Fse, 237 milioni), Fondoeuropeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale (Feasr),Programma Youth Employment Initiative (Yei, 23 milioni), Fondodi sviluppo e coesione (Fsc, 189 milioni). (AGI)Pg1/Sep