Turismo: Federalberghi Umbria, settore centro politiche regionali

(AGI) - Perugia, 19 giu. - "Il turismo e' la 'carta vincente'dell'Umbria: chiediamo alla Regione di porre il turismo alcentro delle politiche di sviluppo". Questo l'appello diFederalberghi dell'Umbria alla presidente della giuntaregionale Catiuscia Marini, in vista della nominadell'esecutivo al quale sara' affidata la guida dell'Umbria neiprossimi cinque anni. "Con oltre 3 mila imprese, che dannolavoro a piu' di 15 mila persone e che ospitano ogni anno quasi6 milioni di turisti italiani e stranieri, il turismo umbro -sostiene Federalberghi - ha un'importanza strategica per lanostra regione, che al settore va riconosciuta.

(AGI) - Perugia, 19 giu. - "Il turismo e' la 'carta vincente'dell'Umbria: chiediamo alla Regione di porre il turismo alcentro delle politiche di sviluppo". Questo l'appello diFederalberghi dell'Umbria alla presidente della giuntaregionale Catiuscia Marini, in vista della nominadell'esecutivo al quale sara' affidata la guida dell'Umbria neiprossimi cinque anni. "Con oltre 3 mila imprese, che dannolavoro a piu' di 15 mila persone e che ospitano ogni anno quasi6 milioni di turisti italiani e stranieri, il turismo umbro -sostiene Federalberghi - ha un'importanza strategica per lanostra regione, che al settore va riconosciuta. A cominciaredal ruolo che il turismo assumera' in seno alla nuova Giuntaregionale. Chiediamo fin da ora la convocazione di un tavolocon la presidente Marini e con il nuovo assessore, affinche' lepolitiche regionali del turismo siano fondate su un'alleanzastrategica tra imprese e amministrazione regionale. Occorredare concretezza ai primi timidi segnali di ripresa senzaappesantirlo con misure come l'imposta di soggiorno, che stadiventando, per alcuni Comuni umbri, una sorta di panacea allaquale si aggrappano per risolvere i loro problemi di bilancio.Sono invece necessarie ben altre misure, a cominciare dallarevisione del Testo unico del turismo regionale. Occorrono poiazioni concrete e condivise legate alla promozione integrata,cosi' come va sperimentata una maggiore e piu' efficacecollaborazione tra le imprese del settore e i soggetti pubbliciche operano nel settore del turismo". C'e' poi il capitolodelle risorse. Secondo Federalberghi "occorre destinare alturismo e alla promozione dell'Umbria maggiori risorse,sull'esempio di altre regioni italiane, magari partendo daquelle che l'Europa ha destinato all'Umbria, con la nuovaprogrammazione 2014 - 2020, per la promozione del territoriorurale che costituisce un patrimonio per l'intera comunita'regionale".(AGI)Pg2/Mav

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it