Sicurezza: commissione inchiesta droga incontra rettore Perugia

(AGI) - Perugia, 18 lug. - La Commissione d'inchiestadell'Assemblea legislativa dell'Umbria per il contrasto aifenomeni della tossicodipendenza e delle infiltrazionicriminali ha incontrato stamani il rettore dell'Universita'degli studi di Perugia, Franco Moriconi, per uno scambioconoscitivo sui problemi della vivibilita' e della salute deigiovani in una citta' che deve "scrollarsi di dosso la nomea dicapitale della droga e incanalarsi verso il piu' consono ruolodi capitale della cultura". "Dovremo lavorare con laCommissione del Consiglio regionale su un progetto che riguardanon solo la citta' ma tutto il territorio regionale - ha dettoil rettore

(AGI) - Perugia, 18 lug. - La Commissione d'inchiestadell'Assemblea legislativa dell'Umbria per il contrasto aifenomeni della tossicodipendenza e delle infiltrazionicriminali ha incontrato stamani il rettore dell'Universita'degli studi di Perugia, Franco Moriconi, per uno scambioconoscitivo sui problemi della vivibilita' e della salute deigiovani in una citta' che deve "scrollarsi di dosso la nomea dicapitale della droga e incanalarsi verso il piu' consono ruolodi capitale della cultura". "Dovremo lavorare con laCommissione del Consiglio regionale su un progetto che riguardanon solo la citta' ma tutto il territorio regionale - ha dettoil rettore -. Dobbiamo agire in favore dei nostri giovani,offrendo loro alternative alle attuali, ridotte possibilita' disvago e di vissuto della citta'". Moriconi ha annunciato ancheun rilancio internazionale dell'Universita' in particolareverso la Cina. Soddisfazione dei commissari per le scelteannunciate e volonta' di coinvolgere anche il sindaco diPerugia, con il quale si incontreranno mercoledi' prossimo, sulrilancio della citta' e dell'offerta per gli studenti: "Abbiamoriscontrato ampia disponibilita' - ha detto il presidente PaoloBrutti - a collaborare per trovare una soluzione comune aiproblemi di cui siamo venuti specificamente a parlare, vale adire quelli della devianza giovanile e della tossicodipendenza.Apprezziamo anche la volonta' di far vivere meglio cio' che lacitta' puo' offrire e di riconnettere il tessuto regionaleriunendo le varie sedi universitarie e di ricerca scientificasparse sul territorio e rivitalizzarle, facendone centri diinteresse anche internazionale, convogliando qui persone,occasioni ed esperienze, dandogli occasioni di studio e diricerca nella piacevolezza dei luoghi". (AGI)Pg1/Sep