Scuola: Cisl Umbria, patrocinati nella regione 500 ricorsi

(AGI) - Perugia, 27 nov. - La Cisl scuola Umbria esprime"grande soddisfazione" per i contenuti della Sentenza dellaCorte europea relativamente alla stabilizzazione del personaleprecario. "La soddisfazione - si legge in una nota - e' anchemaggiore perche' la rivendicazione al diritto allastabilizzazione dei rapporti di lavoro e' stata una battagliache la Cisl scuola dell'Umbria ha intrapreso, con lo studiolegale Riommi, per prima gia' dal 2009 patrocinando, solo inregione piu' di 500 ricorsi, volti proprio al riconoscimentodel diritto al contratto a tempo indeterminato, al risarcimentodel danno ed al riconoscimento degli scatti di

(AGI) - Perugia, 27 nov. - La Cisl scuola Umbria esprime"grande soddisfazione" per i contenuti della Sentenza dellaCorte europea relativamente alla stabilizzazione del personaleprecario. "La soddisfazione - si legge in una nota - e' anchemaggiore perche' la rivendicazione al diritto allastabilizzazione dei rapporti di lavoro e' stata una battagliache la Cisl scuola dell'Umbria ha intrapreso, con lo studiolegale Riommi, per prima gia' dal 2009 patrocinando, solo inregione piu' di 500 ricorsi, volti proprio al riconoscimentodel diritto al contratto a tempo indeterminato, al risarcimentodel danno ed al riconoscimento degli scatti di anzianita'maturati". Gli effetti della sentenza in Umbria "apriranno leporte a tutti i precari, docenti ed Ata, che hanno svoltoattivita' lavorativa per almeno 36 mesi, anche con contrattibrevi, oltre che con incarichi annuali". "Oggi - conclude laCisl - ribadiamo ancora una volta al governo la richiesta dimuoversi verso il superamento del precariato e di farlosubito". (AGI)Pg1/Sep