Regioni: Umbria, operativo tavolo sicurezza stradale

(AGI) - Perugia, 23 feb. - Diventa operativo, con ladesignazione dei componenti da parte della Giunta regionale suproposta dell'assessore alla sicurezza stradale Stefano Vinti,il Tavolo interistituzionale tra la Regione e Anci Umbria permigliorare l'efficacia degli investimenti in sicurezza stradalefinanziati dai proventi sanzionatori. "L'istituzione del tavolo- ha affermato Vinti - a seguito al protocollo d'intesa siglatotra regione ed Anci per promuovere un piu' stretto raccordo traRegione e i Comuni in materia di pianificazione, programmazionee attuazione di interventi per migliorare la sicurezzastradale, a prevede per gli interventi meritevoli uncofinanziamento regionale pari

(AGI) - Perugia, 23 feb. - Diventa operativo, con ladesignazione dei componenti da parte della Giunta regionale suproposta dell'assessore alla sicurezza stradale Stefano Vinti,il Tavolo interistituzionale tra la Regione e Anci Umbria permigliorare l'efficacia degli investimenti in sicurezza stradalefinanziati dai proventi sanzionatori. "L'istituzione del tavolo- ha affermato Vinti - a seguito al protocollo d'intesa siglatotra regione ed Anci per promuovere un piu' stretto raccordo traRegione e i Comuni in materia di pianificazione, programmazionee attuazione di interventi per migliorare la sicurezzastradale, a prevede per gli interventi meritevoli uncofinanziamento regionale pari al 20% del medesimo ed un tettomassimo di 70.000 euro. L'impegno della Regione Umbria nelmigliorare la sicurezza delle sue strade e, di conseguenza,ridurre le vittime e il costo sociale degli incidenti stradalie' sempre piu' determinato. La Regione Umbria e l'Anci hannostabilito che gli interventi pilota messi a punto dai Comuni inmateria di sicurezza saranno cofinanziati nella misura del 20per cento dalla Regione Umbria e, comunque, nei limiti delledisponibilita' non ancora impegnate derivanti dai fondistanziati dal terzo, quarto e quinto Programma di attuazionedel Piano nazionale sulla sicurezza stradale. Aggiungiamo oraun altro tassello ad un impegno prioritario per la RegioneUmbria, sia ai fini di tutela sociale e di protezione dellasicurezza e del benessere dei cittadini, sia per la diminuzionedei costi sostenuti dal sistema regionale in seguito agliincidenti". Il cofinanziamento della Regione andra' acontribuire ai costi di progettazione, realizzazione, collaudoe monitoraggio dei progetti presentati dalle amministrazioni inmateria di sicurezza e per i quali sono state individuatediverse linee di azioni: creazione di aree e circuiti adelevata sicurezza per la mobilita' autonoma dei bambini a piedie in bicicletta, miglioramento della sicurezza della mobilita'stradale sul lavoro che nel 2010 ha determinato il 50 per centodelle morti sul lavoro o in itinere, promozione di modelli dimobilita' piu' salubri, piu' sostenibili e piu' sicuri, basatisullo sviluppo di mobilita' non motorizzata e su trasportopubblico, miglioramento della sicurezza stradale negliattraversamenti urbani.(AGI)Pg2/Sep