Regioni: Umbria, oltre 930mila euro per trasporti pubblici

(AGI) - Perugia, 18 dic. - "La Regione Umbria conferma per il2015 l'applicazione di tariffe speciali a favore di personedisabili e appartenenti a fasce socialmente deboli cheusufruiscono dei servizi di trasporto pubblico locale eregionale. Sono gia' stati assegnati i contributi ai Comuni".E' quanto rende noto l'assessore regionale ai trasporti,Silvano Rometti, sottolineando che a questo scopo "sono statidestinati dalla Regione oltre 930mila euro, a valere sul fondoregionale per il trasporto; il 90 per cento, pari a circa840mila euro e' gia' stato ripartito tra i Comuni umbri,l'ulteriore 10 per cento sara' assegnato

(AGI) - Perugia, 18 dic. - "La Regione Umbria conferma per il2015 l'applicazione di tariffe speciali a favore di personedisabili e appartenenti a fasce socialmente deboli cheusufruiscono dei servizi di trasporto pubblico locale eregionale. Sono gia' stati assegnati i contributi ai Comuni".E' quanto rende noto l'assessore regionale ai trasporti,Silvano Rometti, sottolineando che a questo scopo "sono statidestinati dalla Regione oltre 930mila euro, a valere sul fondoregionale per il trasporto; il 90 per cento, pari a circa840mila euro e' gia' stato ripartito tra i Comuni umbri,l'ulteriore 10 per cento sara' assegnato dopo l'approvazionedel bilancio regionale". "L'azione di aiuto alle persone condifficolta' motorie o economiche - ricorda l'assessore - inUmbria e' gia' prevista da venti anni; con l'approvazione dellanuova legge sul trasporto pubblico, la numero 5 del 3 aprile2012, l'impegno della Regione e' stato raddoppiato: la sogliadel contributo da calcolare sul fondo regionale trasportidedicato ai contratti su gomma e' stata infatti portata al 2per cento". "L'obiettivo - spiega - e' quello di offrire aicittadini svantaggiati la possibilita' di utilizzare,attraverso tariffe speciali, i servizi di trasporto pubblicolocale e di accedere alle agevolazioni tariffarie sulla base dicriteri oggettivi. Agli enti locali spetta il compito dideterminare le misure delle tariffe da applicare, che potrannoarrivare a consistenti riduzioni sul prezzo del biglietto, e distipulare convenzioni con le aziende che erogano il servizio ditrasporto pubblico". I criteri e le modalita' di ripartizione,confermate anche per questa annualita', come accaduto neglianni precedenti, prevedono che il 70 per cento delle risorsedisponibili siano assegnate in proporzione al numero deiresidenti, mentre la restante quota e' suddivisa in misurainversamente proporzionale alla densita' della popolazioneresidente in ciascun Comune secondo l'ultimo censimento. Icontributi sono poi erogati nell'anno di riferimento ai Comuniche hanno presentato domanda debitamente documentata. Al finedi rendere ancora piu' efficace l'azione posta in campo, laGiunta regionale ha gia' preadottato il regolamento previstodalla legge regionale sui trasporti, che sara' a breve portatoalla partecipazione pubblica ed istituzionale". "Malgrado lagrave e persistente crisi economica, che riguarda anche iltrasporto pubblico locale, e le ridotte risorse su cui possonocontare gli enti pubblici locali, l'amministrazione regionale -conclude l'assessore Rometti - mantiene alta l'attenzione versole categorie socialmente deboli, sostenendo l'utilizzo deimezzi pubblici attraverso queste agevolazioni tariffarie".(AGI)Pg2/Sep