Regioni: Umbria, ok commissione a modifiche regolamento interno

(AGI) - Perugia, 20 mar. - La commissione speciale per leriforme statutarie e regolamentari, presieduta da AndreaSmacchi ha approvato all'unanimita' dei presenti alcunemodifiche tecniche al regolamento interno conseguentiall'adeguamento a cui e' stato sottoposto lo Statuto regionale.Le modifiche sono conseguenza della diminuzione del numero diconsiglieri componenti la prossima Assemblea legislativa (da 30a 20), una passaggio che ha portato alla riformulazionedell'Ufficio di presidenza (da 5 a 3 membri), alla soppressionedel Comitato per la legislazione e al numero dei commissari checomporranno le tre Commissioni consiliari permanenti,individuato nel numero di sette. Il regolamento

(AGI) - Perugia, 20 mar. - La commissione speciale per leriforme statutarie e regolamentari, presieduta da AndreaSmacchi ha approvato all'unanimita' dei presenti alcunemodifiche tecniche al regolamento interno conseguentiall'adeguamento a cui e' stato sottoposto lo Statuto regionale.Le modifiche sono conseguenza della diminuzione del numero diconsiglieri componenti la prossima Assemblea legislativa (da 30a 20), una passaggio che ha portato alla riformulazionedell'Ufficio di presidenza (da 5 a 3 membri), alla soppressionedel Comitato per la legislazione e al numero dei commissari checomporranno le tre Commissioni consiliari permanenti,individuato nel numero di sette. Il regolamento prevede anchela disciplina collegata e conseguente alla legge regionale'11/2014' (Disposizioni sulla partecipazione della RegioneUmbria alla formazione e all'attuazione della normativa e dellepolitiche dell'Unione Europea - Disciplina dell'attivita'internazionale della Regione). In sostanza, la Regione, nelrispetto della Costituzione, delle disposizioni statali ed inparticolare della legge '234/2012' (Norme generali sullapartecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazionedella normativa e delle politiche dell'Unione europea), deiprincipi di attribuzione, sussidiarieta', proporzionalita',efficienza, partecipazione democratica, trasparenza e lealecollaborazione, nonche' in attuazione dei principi delloStatuto regionale ed in particolare dell'articolo 25, siimpegna a consolidare il ruolo dell'Unione europea, apromuovere l'integrazione europea, la diffusione delleiniziative europee fra soggetti pubblici e privati e lapartecipazione a programmi e progetti europei.(AGI)Pg2/Mav