Regioni: Umbria, aperto cantiere sede regionale Cri

(AGI) - Perugia, 30 set. - Consegnati ufficialmente questamattina a Foligno i lavori per la costruzione della sederegionale della Croce Rossa Italiana, che ospitera' anche lasede locale della Cri. Si tratta di uno stabile di ottomilametri quadrati che sara' costruito all'interno dell'area delCentro regionale polifunzionale della protezione civile aFoligno. L'importo complessivo dei lavori sara' di circa 1milione e 800 mila euro, dei quali circa 500 mila euro messi adisposizione dalla Regione Umbria, a valere sui fondi per laricostruzione post sisma. Alla cerimonia di consegna dei lavorihanno partecipato, tra gli altri,

(AGI) - Perugia, 30 set. - Consegnati ufficialmente questamattina a Foligno i lavori per la costruzione della sederegionale della Croce Rossa Italiana, che ospitera' anche lasede locale della Cri. Si tratta di uno stabile di ottomilametri quadrati che sara' costruito all'interno dell'area delCentro regionale polifunzionale della protezione civile aFoligno. L'importo complessivo dei lavori sara' di circa 1milione e 800 mila euro, dei quali circa 500 mila euro messi adisposizione dalla Regione Umbria, a valere sui fondi per laricostruzione post sisma. Alla cerimonia di consegna dei lavorihanno partecipato, tra gli altri, la presidente della RegioneUmbria, Catiuscia Marini, il presidente della Cri Umbria, PaoloScura, ed il direttore regionale, Claudio Iocchi. Per lapresidente Marini la realizzazione all'intero dell'area delCentro regionale di protezione civile "integra e rafforzal'organizzazione regionale della nostra protezione civile,rendendola ancor piu' efficiente". "Sono infatti Protezionecivile regionale e Croce Rossa Italiana, e tutti i volontariche vi lavorano, i due soggetti che intervengono per lagestione delle emergenze" ha detto Marini, che ha quindiricordato come "la scelta prioritaria che riguardava il futurodella protezione civile in Umbria era quella di concentrare lapropria attivita' di protezione civile nel Centropolifunzionale di Foligno, trasferendo qui tutte le struttureoperative deputate alla pianificazione dell'emergenza asupporto dell'attivita' degli Enti locali, e l'attivita' inemergenza, anche a carattere interregionale, che vieneattualmente gestita dalla sala operativa del Centro oltre alleproblematiche legate al superamento della stessa".(AGI)Pg2/Mav