Regioni: Umbria, accordo progetto ricerca risultati misura 124 Psr

(AGI) - Perugia, 17 mar. - Valutare il percorso intrapresodall'agricoltura umbra in termini di innovazione e capitalesociale grazie all'attivazione della Misura 124 'Cooperazioneper l'innovazione' del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 eche ha finanziato 124 progetti, in parte gia' realizzati edaltri in fase di realizzazione entro l'estate 2015, con oltre21,5 milioni e mezzo di euro di contributo pubblico. E'l'obiettivo che si propone l'accordo per lo svolgimento di unprogetto di ricerca sottoscritto stamani tra la Regione Umbria,rappresentata dall'assessore regionale all'agricoltura FernandaCecchini e il Dipartimento di scienze agrarie, alimentari eambientali dell'Universita' degli

(AGI) - Perugia, 17 mar. - Valutare il percorso intrapresodall'agricoltura umbra in termini di innovazione e capitalesociale grazie all'attivazione della Misura 124 'Cooperazioneper l'innovazione' del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 eche ha finanziato 124 progetti, in parte gia' realizzati edaltri in fase di realizzazione entro l'estate 2015, con oltre21,5 milioni e mezzo di euro di contributo pubblico. E'l'obiettivo che si propone l'accordo per lo svolgimento di unprogetto di ricerca sottoscritto stamani tra la Regione Umbria,rappresentata dall'assessore regionale all'agricoltura FernandaCecchini e il Dipartimento di scienze agrarie, alimentari eambientali dell'Universita' degli studi di Perugia,rappresentato dal vice direttore Francesco Mannocchi. Presente,tra gli altri, Luciano Concezzi, responsabile dell'Areainnovazione e ricerca del Parco tecnologico agroalimentaredell'Umbria. "L'Umbria ha investito piu' di altre Regioni ininnovazione e ricerca per dare maggiore competitivita'all'agricoltura e al settore agroalimentare. Questo accordo,che ribadisce il rapporto di collaborazione che c'e' traRegione, Universita' e Parco 3A - ha sottolineato l'assessoreCecchini - ci consentira' di approfondire quali siano stati irisultati ottenuti in termini di innovazione di processo e diprodotto grazie ai fondi comunitari con cui sono statifinanziati i partenariati costituiti da imprese del settoreprimario, enti di ricerca pubblici e privati, Parco Tecnologicoagroalimentare dell'Umbria, industrie collegate al settoreagricolo, agroalimentare e forestale, associazioni di diversanatura ed esperti. Una strategia d'intervento che ha creatosinergie importanti tra il mondo produttivo e il sistema deisaperi e delle competenze espresso dalle istituzioni dellaricerca, in primis l'Universita' di Perugia, sviluppate attornoalle esigenze delle imprese di contenere consumi idrici edenergetici, di introdurre innovazioni tecnologiche, di prodottoe organizzative e di metterle a disposizione di tutte leimprese agricole umbre. La ricerca ci aiutera' a orientare almeglio i nostri interventi per la nuova programmazione".L'analisi del percorso di innovazione intrapresodall'agricoltura umbra - e' stato spiegato dal professorMannocchi e dalla professoressa Biancamaria Torquati delDipartimento di scienze agrarie, alimentari e ambientali - sibasera' sullo studio dei criteri di selezione che la RegioneUmbria ha individuato in fase di valutazione delle domandeammissibili al sostegno presentate per i quattro bandi dellamisura 124. Verra', quindi, presa in esame la capacita' dicostruire innovazione da parte delle aziende agricole eagroalimentari umbre in base alla corrispondenza tra lecaratteristiche dei progetti presentati e le traiettorie disviluppo individuate dalla Regione". (AGI)Pg2/Mav