Regioni: Rometti(Umbria),prematuro parlare pedaggio E45

(AGI) - Perugia, 11 mar. - "Deve essere chiaro che la RegioneUmbria continuera' a far valere le ragioni del suo fermo 'no',peraltro gia' recepito dal Governo, ma la questione delpedaggio e delle agevolazioni per il traffico locale sulla E45,una volta trasformata in autostrada, sara' definita dallaconvenzione che il Governo sottoscrivera' con il concessionarioindividuato attraverso gara. Oggi e' prematuro parlare dicertezze ed e' anche fuorviante: la priorita' per la qualedobbiamo batterci tutti e' innanzitutto quella dell'adeguamentoe della messa in sicurezza della superstrada". E' quantoafferma l'assessore alle infrastrutture della Regione Umbria,Silvano

(AGI) - Perugia, 11 mar. - "Deve essere chiaro che la RegioneUmbria continuera' a far valere le ragioni del suo fermo 'no',peraltro gia' recepito dal Governo, ma la questione delpedaggio e delle agevolazioni per il traffico locale sulla E45,una volta trasformata in autostrada, sara' definita dallaconvenzione che il Governo sottoscrivera' con il concessionarioindividuato attraverso gara. Oggi e' prematuro parlare dicertezze ed e' anche fuorviante: la priorita' per la qualedobbiamo batterci tutti e' innanzitutto quella dell'adeguamentoe della messa in sicurezza della superstrada". E' quantoafferma l'assessore alle infrastrutture della Regione Umbria,Silvano Rometti, in merito alle recenti posizioni espresse sulprogetto di trasformazione della E45 in autostrada e inparticolare sull'obbligo di pedaggio che ne deriverebbe agliutenti umbri. "Esenzione ed agevolazioni in termini di tariffee varieta' di titoli di accesso sarebbero in contrasto con lenormative europee? Ci risulta piuttosto - afferma Rometti - chequesto tipo di regime agevolato sia gia' applicato in alcunitratti della rete viaria della Toscana e in altre realta'italiane ed europee. In ogni caso, la convenzione con ilconcessionario dovra' essere condivisa con le Regioni e nonabbasseremo certo la guardia per far valere la nostra posizioneche esprimiamo con forza gia' da quando si e' cominciato aparlare del progetto di realizzare l'autostrada. Un progetto sucui si e' pronunciato con favore, a larghissima maggioranzabipartisan, anche il Consiglio regionale, mettendo in evidenzala necessita' di esentare gli umbri dal pagamento di pedaggi"."L'introduzione di pedaggi per tutto il traffico, locale e non,non sarebbe oltretutto neanche conveniente per il costruttore -aggiunge l'assessore -. Dalle stime sperimentali compiute peril Piano regionale dei trasporti, si evidenzia chel'applicazione del pedaggio farebbe diminuire il flusso ditraffico. Ci aspettiamo che si faccia fronte comunesull'esenzione dai pagamenti e, comunque, sulla possibilita' diintrodurre le maggiori facilitazioni per il traffico locale, masoprattutto che ci sia l'impegno di tutti, istituzioni,parlamentari, comunita' regionale, per l'ammodernamento e lamessa in sicurezza di un asse strategico per i collegamenti elo sviluppo della regione quale e' la E45".(AGI) Pg2/Sep