Regioni: Rometti, su contratti di fiume in Umbria massimo impegno

(AGI) - Perugia, 19 nov. - "In Umbria, in coerenza con lepolitiche regionali di governo del territorio, abbiamointrapreso con determinazione la strada dei contratti di fiumeper la gestione ottimale degli ambiti fluviali in modo daprevenirne i rischi e allo stesso tempo incidere positivamentesullo sviluppo locale". L'assessore all'ambiente della RegioneUmbria, Silvano Rometti, intervenendo oggi al IX Tavolonazionale dei contratti di fiume, riunito a Venezia, haillustrato le iniziative attivate in Umbria nell'ambito dellaprogrammazione regionale, in attuazione delle direttivecomunitarie sulla tutela delle acque e la valutazione egestione del rischio da alluvioni. "Abbiamo

(AGI) - Perugia, 19 nov. - "In Umbria, in coerenza con lepolitiche regionali di governo del territorio, abbiamointrapreso con determinazione la strada dei contratti di fiumeper la gestione ottimale degli ambiti fluviali in modo daprevenirne i rischi e allo stesso tempo incidere positivamentesullo sviluppo locale". L'assessore all'ambiente della RegioneUmbria, Silvano Rometti, intervenendo oggi al IX Tavolonazionale dei contratti di fiume, riunito a Venezia, haillustrato le iniziative attivate in Umbria nell'ambito dellaprogrammazione regionale, in attuazione delle direttivecomunitarie sulla tutela delle acque e la valutazione egestione del rischio da alluvioni. "Abbiamo individuato duedistretti idrografici in aree particolarmente rilevanti esensibili - ha detto - quali quello del Clitunno, Marroggia eTopino e quello del Paglia e del Chiani per sperimentare lostrumento del Contratto di fiume che coinvolge istituzionipubbliche, privati, organizzazioni di categoria, associazionilocali, scuole, cittadini in un patto per il territorio in cuisi affrontino non solo gli interventi di messa in sicurezzalegati agli eventi alluvionali, ma si condivida anche unapianificazione e riqualificazione territoriale volta allacrescita economica locale". "La drammatica situazione che si e'verificata anche negli ultimi giorni nel Nord Italia, con paesie citta' devastate da allagamenti e frane, vittime e dannieconomici - ha aggiunto - ci conferma ancora una volta come siad'obbligo superare del tutto la logica dell'emergenza. Ecco cheil 'contratto di fiume' fornisce il suo importantissimosupporto in questa direzione, agendo sulla prevenzione: unarisposta dal basso all'aggravarsi dei dissesti idrogeologici ealle difficolta' di attuare interventi costanti di manutenzionederivanti dalle esigue risorse finanziarie. E mentrel'emergenza alluvioni comporta costi elevati, come e' accadutodue anni fa nell'Orvietano, ogni euro di investimento pubbliconel 'contratto di fiume' ne sviluppa fino a 6, se siconsiderano gli eventuali danni evitati a cose e persone"."L'impegno della Regione per l'attivazione dei contratti difiume - ha detto ancora Rometti - in grado di attivarepolitiche e strategie condivise dal quale partire perridefinire percorsi di sviluppo locale piu' sostenibili haincontrato la forte consapevolezza e volonta' di condivisioneda parte delle comunita' locali, enti territoriali,associazioni di categoria e tutti gli altri soggetti presentisul territorio. Altro elemento importante per l'attuazione diquesto strumento partecipativo e' il suo riconoscimento sia alivello nazionale, con l'inserimento dei contratti di fiume nelcollegato ambientale alla Legge di stabilita', nel settembrescorso, sia regionale con l'adesione di 8 Regioni alla CartaNazionale dei Contratti di Fiume".(AGI) Pg2/Sep