Regioni: Paparelli, nuove ipotesi collaborazione con Brasile

(AGI) - Perugia, 8 ott. - "Brasil Proximo ha saputo avvicinareterritori italiani e brasiliani mettendo a fattore comunepolitiche e strumenti a supporto dello sviluppo economicolocale integrato e sostenibile, con particolare attenzione alrafforzamento delle pmi, del cooperativismo, delle politichesociali e dell'economia della cultura". Lo ha affermato ilvicepresidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli, nel corsodel suo intervento alle ultime attivita' del programma 'BrasilProximo - Cinque Regioni italiane per lo sviluppo locale inBrasile". Paparelli e' intervenuto in rappresentanza dellaRegione Umbria, capofila del programma, e delle altre Regioniitaliane partner quindi Marche, Toscana, Emilia

(AGI) - Perugia, 8 ott. - "Brasil Proximo ha saputo avvicinareterritori italiani e brasiliani mettendo a fattore comunepolitiche e strumenti a supporto dello sviluppo economicolocale integrato e sostenibile, con particolare attenzione alrafforzamento delle pmi, del cooperativismo, delle politichesociali e dell'economia della cultura". Lo ha affermato ilvicepresidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli, nel corsodel suo intervento alle ultime attivita' del programma 'BrasilProximo - Cinque Regioni italiane per lo sviluppo locale inBrasile". Paparelli e' intervenuto in rappresentanza dellaRegione Umbria, capofila del programma, e delle altre Regioniitaliane partner quindi Marche, Toscana, Emilia Romagna eLiguria a un seminario internazionale sulle nuove sfide nellacooperazione territoriale, organizzato al Palacio do Planalto aBrasilia. Esprimendo grande soddisfazione per i risultatiraggiunti, Paparelli ha riferito che "il 2016 vedra' i nostripaesi impegnati in due grandi eventi internazionali leOlimpiadi di Rio de Janeiro e il Giubileo, che portera' moltivisitatori anche in Umbria, con Assisi, le Vie di Francesco e icammini umbri sicuri protagonisti. La prossima nuova frontieradella cooperazione Italia-Brasile - ha concluso - puo' partireda queste straordinarie occasioni di promozione reciproca deinostri territori". (AGI)Pg1/Sep