Regioni: Monacelli (Udc),perplessi per diniego benedizione scuola

(AGI) - Perugia, 23 mar. - "La decisione della dirigentescolastica di Foligno di non consentire la benedizione nellascuola primaria di Sterpete, interrompendo cosi' una tradizionesentita e consolidata nella comunita' di riferimento, lasciaperplessi e pone interrogativi profondi". Lo afferma lacapogruppo dell'Udc alla Regione Umbria, Sandra Monacelli sullavicenda del mancato permesso di benedire l'istituto a unsacerdote. "A prescindere dalle motivazioni di ordine giuridico- sostiene Monacelli -, che la stessa dirigente ha addotto agiustificazione del suo diniego, affermando che la leggeitaliana vieta gli atti di culto all'interno dell'orarioscolastico, qui c'e' in ballo

(AGI) - Perugia, 23 mar. - "La decisione della dirigentescolastica di Foligno di non consentire la benedizione nellascuola primaria di Sterpete, interrompendo cosi' una tradizionesentita e consolidata nella comunita' di riferimento, lasciaperplessi e pone interrogativi profondi". Lo afferma lacapogruppo dell'Udc alla Regione Umbria, Sandra Monacelli sullavicenda del mancato permesso di benedire l'istituto a unsacerdote. "A prescindere dalle motivazioni di ordine giuridico- sostiene Monacelli -, che la stessa dirigente ha addotto agiustificazione del suo diniego, affermando che la leggeitaliana vieta gli atti di culto all'interno dell'orarioscolastico, qui c'e' in ballo una questione che attiene alfondamento della nostra identita'. Il rispetto dell'alterita',non puo' ridursi all'annientamento della nostra identita',soprattutto quando l'alternativa si risolve nel nulla". Laquestione, per Monacelli "e' seria e non va sottovalutataperche' ignorare il sentire della comunita', nella fattispeciequella che fa capo alla scuola cui e' stata negata labenedizione, e' negare l'esistenza di valori la cuicondivisione costituisce il fondamento della nostra identita' edella convivenza collettiva". (AGI)Pg1/Mav