Regioni: Marini, geometri figura chiave per sviluppo Umbria

(AGI) - Perugia, 18 giu. - "La professione del geometra, moltoitaliana, rappresenta per noi una figura chiave per lo sviluppodella nostra regione". E' quanto affermato dalla presidentedella Regione Umbria, Catiuscia Marini, che ha partecipatoquesta mattina al convegno su 'Il futuro del geometra'. Nelcorso del suo intervento, la presidente Marini ha volutoinnanzitutto richiamare il recente incontro istituzionale avutocon le delegazioni dei due Collegi provinciali di Perugia eTerni dei geometri e dei geometri laureati. "In quella sede -ha affermato Marini - e lo voglio ribadire qui oggi, abbiamosvolto un approfondito confronto su

(AGI) - Perugia, 18 giu. - "La professione del geometra, moltoitaliana, rappresenta per noi una figura chiave per lo sviluppodella nostra regione". E' quanto affermato dalla presidentedella Regione Umbria, Catiuscia Marini, che ha partecipatoquesta mattina al convegno su 'Il futuro del geometra'. Nelcorso del suo intervento, la presidente Marini ha volutoinnanzitutto richiamare il recente incontro istituzionale avutocon le delegazioni dei due Collegi provinciali di Perugia eTerni dei geometri e dei geometri laureati. "In quella sede -ha affermato Marini - e lo voglio ribadire qui oggi, abbiamosvolto un approfondito confronto su diverse questioni relativesoprattutto alle attivita' di competenza dei geometri ed alcontributo che tutti voi potete dare per lo sviluppodell'Umbria. Certamente questi sono stati anni molto difficili,che hanno colpito in maniera particolare il settoredell'edilizia e delle costruzioni e quindi anche dell'attivita'professionale dei geometri. Come Regione siamo fortementeimpegnati affinche', dopo un periodo di forte contrazione diinvestimenti in opere pubbliche, queste possano ripartire. Inquesta direzione si muove anche tutta la programmazionestrategica e comunitaria che la Regione ha gia' definito per ilsettennato 2014-2020". "Grazie alle risorse della nuovaprogrammazione - ha sottolineato Marini - sara' possibilemettere in campo diverse azioni tese alla manutenzione delterritorio regionale e alla prevenzione dei fenomeni didissesto idrogeologico, alla riqualificazione urbana".(AGI) Pg2/Mav

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it