Regioni: De Vincenzi, no a leggi ad hoc per singole persone

(AGI) - Perugia, 17 set. - "Utilizzare prioritariamente i fondieuropei per il sostegno delle persone alle prese con ostacoli ediscriminazioni, a favore di neo mamme, immigrati, anziani,persone affette da malattie croniche, ex detenuti. No a leggiad hoc per singole persone, si invece a norme che tutelinol'intera popolazione, evitando che ci sia  'qualcuno piu'uguale di altri'". Il consigliere regionale Sergio De Vincenzi(Ricci presidente), nella riunione della Terza Commissione haportato all'attenzione dei colleghi e della presidente Marini,le sue "perplessita'" riguardanti la proposta di leggepresentata dai consiglieri del Pd Chiacchieroni, Solinas,Leonelli, concernente

(AGI) - Perugia, 17 set. - "Utilizzare prioritariamente i fondieuropei per il sostegno delle persone alle prese con ostacoli ediscriminazioni, a favore di neo mamme, immigrati, anziani,persone affette da malattie croniche, ex detenuti. No a leggiad hoc per singole persone, si invece a norme che tutelinol'intera popolazione, evitando che ci sia  'qualcuno piu'uguale di altri'". Il consigliere regionale Sergio De Vincenzi(Ricci presidente), nella riunione della Terza Commissione haportato all'attenzione dei colleghi e della presidente Marini,le sue "perplessita'" riguardanti la proposta di leggepresentata dai consiglieri del Pd Chiacchieroni, Solinas,Leonelli, concernente le normative contro le discriminazioni ele violenze determinate dall'orientamento sessuale. De Vincenzispiega che la presidente Marini, "invitata in Commissione perrispondere al piano finanziario e amministrativo di taleproposta di legge, ha manifestato l'intenzione di avvalersi diquesti fondi in misura del 25 per cento a sostegno del pianoeconomico e finanziario della proposta di legge dei consiglieridel PD". De Vincenzi ribadisce quindi la necessita' diutilizzare questi fondi "in primis per le emergenze indicate,perche' il Fondo sociale europeo e' lo strumento utilizzatodall'UE per sostenere l'occupazione, aiutare i cittadini atrovare posti di lavoro migliori e assicurare opportunita'lavorative piu' eque per tutti, e non per singoli individui ocategorie".(AGI)Pg2/Mav