Regioni: Cirignoni(Gm), serve postazione fissa 118 a Trestina

(AGI) - Perugia, 20 mar. - "Nel nuovo capitolato d'appalto perl'affidamento dei servizi di emergenza-urgenza collegatiall'ospedale di Citta' di Castello deve essere prevista unapostazione fissa del 118 nella popolosa frazione di Trestina ocomunque di un cosi' detto 'punto caldo' gestito da volontaripreparati e dotati di un autoambulanza". E' quanto chiede inun'interrogazione urgente alla Giunta il consigliere regionaleGianluca Cirignoni (gruppo Misto). "Questo - spiega Cirignoni -consentirebbe di ridurre drasticamente le tempistiche diintervento in caso di emergenza e urgenza sanitaria per unavasta e popolosa area del comune di Citta' di Castello. Si

(AGI) - Perugia, 20 mar. - "Nel nuovo capitolato d'appalto perl'affidamento dei servizi di emergenza-urgenza collegatiall'ospedale di Citta' di Castello deve essere prevista unapostazione fissa del 118 nella popolosa frazione di Trestina ocomunque di un cosi' detto 'punto caldo' gestito da volontaripreparati e dotati di un autoambulanza". E' quanto chiede inun'interrogazione urgente alla Giunta il consigliere regionaleGianluca Cirignoni (gruppo Misto). "Questo - spiega Cirignoni -consentirebbe di ridurre drasticamente le tempistiche diintervento in caso di emergenza e urgenza sanitaria per unavasta e popolosa area del comune di Citta' di Castello. Sitratta di una problematica molto sentita dalla popolazione,tanto che in pochi giorni il comitato 'Altotevere Libero', delquale sono tra i fondatori, ha gia' raccolto oltre 500 firme asostegno della petizione che sara' consegnata prossimamenteall'Assemblea Legislativa dell'Umbria". "Sono purtroppo anni -conclude Cirignoni - che Asl e Regione promettono diintervenire per risolvere questa problematica, senza pero' farseguire i fatti alle parole. Auspico che data la prossimascadenza dell'appalto dei servizi di emergenza-urgenzacollegati agli ospedali dell'Altotevere edell'Eugubino-Gualdese, questa volta siano risolte leproblematiche legate ai tempi di intervento nelle aree abitatepiu' periferiche rispetto ai nosocomi".(AGI)Pg2/Mav