Regioni: Cecchini, no rischi per lavoratori comunita' montane

(AGI) - Perugia, 4 mar. - "Non c'e' nessun rischio per glistipendi dei lavoratori delle comunita' montane e dell'Agenziaforestale regionale, ma solo da gestire una situazionetransitoria legata a problemi che non dipendono dalla Regione eche la Regione si e' fatta comunque ancora una volta carico dirisolvere, sopperendo al mancato impegno di Governo e Comuni".Lo afferma l'assessore all'Agricoltura della Regione Umbria,Fernanda Cecchini, rendendo noto che "nella proposta di leggecollegata alla manovra di bilancio 2015 approvata oggi dallaGiunta regionale, abbiamo individuato la soluzione perrisolvere i problemi che hanno ostacolato il pagamento degli

(AGI) - Perugia, 4 mar. - "Non c'e' nessun rischio per glistipendi dei lavoratori delle comunita' montane e dell'Agenziaforestale regionale, ma solo da gestire una situazionetransitoria legata a problemi che non dipendono dalla Regione eche la Regione si e' fatta comunque ancora una volta carico dirisolvere, sopperendo al mancato impegno di Governo e Comuni".Lo afferma l'assessore all'Agricoltura della Regione Umbria,Fernanda Cecchini, rendendo noto che "nella proposta di leggecollegata alla manovra di bilancio 2015 approvata oggi dallaGiunta regionale, abbiamo individuato la soluzione perrisolvere i problemi che hanno ostacolato il pagamento deglistipendi per i circa 50 dipendenti delle due ex Comunita'montane in situazione debitoria". "Proseguendo nel processo diriforma endoregionale, la Regione Umbria - aggiunge - continuafino in fondo nel suo impegno a salvaguardare lavoro eretribuzione a tutti i lavoratori delle Comunita' montane chealtrimenti, non si puo' dimenticare, sarebbero rimasti senzaoccupazione a causa dell'azzeramento dei finanziamenti statali.Lo stesso non hanno fatto tutti i Comuni umbri: alle Comunita'montane, che sono unioni di Comuni, non e' stato versato quasiun milione di euro". Non c'e', quindi, "nessun disimpegno dellaRegione - prosegue l'assessore - ne' problemi di finanziamenti:come abbiamo precisato nell'incontro con i rappresentanti delleorganizzazioni sindacali lavoro e stipendi continueranno adessere garantiti". (AGI)Pg1/Mav