Regioni: Cecchini, commissione nazionale sceglie libri 'In Vitro'

(AGI) - Perugia, 22 set. - "Il progetto 'In Vitro', al qualeanche l'Umbria ha aderito, e' stato promosso dall'associazionenazionale pediatri, dall'associazione nazionale biblioteche edal centro per la salute del bambino. I libri sono statiselezionati da una commissione nazionale composti da esperti.In Umbria, come in Italia, non esistono associazionirappresentative di genitori che abbiano ricevuto un mandato aparlare per conto di una pluralita' di soggetti portatori diidee, di opinioni e di interessi. Il coinvolgimento dellefamiglie e' dunque legato agli strumenti normativi presenti eai soggetti riconosciuti presenti sul territorio(rappresentanti di una singola

(AGI) - Perugia, 22 set. - "Il progetto 'In Vitro', al qualeanche l'Umbria ha aderito, e' stato promosso dall'associazionenazionale pediatri, dall'associazione nazionale biblioteche edal centro per la salute del bambino. I libri sono statiselezionati da una commissione nazionale composti da esperti.In Umbria, come in Italia, non esistono associazionirappresentative di genitori che abbiano ricevuto un mandato aparlare per conto di una pluralita' di soggetti portatori diidee, di opinioni e di interessi. Il coinvolgimento dellefamiglie e' dunque legato agli strumenti normativi presenti eai soggetti riconosciuti presenti sul territorio(rappresentanti di una singola classe, di un istituto o di unterritorio)". E' quanto ha spiegato l'assessore regionale,Fernanda Cecchini, rispondendo a una interrogazione delconsigliere regionale Sergio De Vincenzi (Ricci presidente),che chiedeva alla Giunta regionale di spiegare se "nel percorsodi predisposizione e attuazione del progetto di avviamento allalettura 'In vitro' sono state coinvolte anche le associazionidei genitori, per concordarne e condividerne obiettivi efinalita' educative". Il consigliere di opposizione ha spiegatoche "all'interno dei kit sono stati rinvenuti da diversigenitori alcuni libri in cui i genitori hanno ravvisato,segnalando anche ai Garanti per l'infanzia nazionale eregionale, contenuti che tendono a diffondere la teoria delGender, che parte dal presupposto che non esiste il sesso difatto biologico, ma poi esiste il sesso che si sceglie nellavita". La Cecchini ha risposto che "e' un kit contenente duelibri, uno direttamente rivolto al bambino senza la mediazionegenitoriale, l'altro appositamente destinato a genitori inquanto contenente elementi di maggiore complessita'".(AGI)Pg2/Mav