Poste: Nevi(Fi), scongiurare chiusura e riduzione orari uffici

(AGI) - Perugia, 24 feb. - "Prevedere tutti gli interventinecessari per scongiurare la chiusura e la riduzione di oraridegli uffici postali del territorio umbro predisposta da PosteItaliane". E' quanto ha chiesto il capogruppo di Forza Italia,Raffaele Nevi attraverso la sua interrogazione alla Giuntaregionale illustrata in Aula questa mattina durante la sedutadiquesiton time. "Non mettiamo in dubbio la necessita' dellarazionalizzazione e dell'efficentamento sei servizi - haaggiunto l'esponente forzista nella sua presentazione dell'atto-, ma la scelta di farlo con atti unilaterali da parte di PosteItaliane. La Regione potrebbe intervenire, in accordo con

(AGI) - Perugia, 24 feb. - "Prevedere tutti gli interventinecessari per scongiurare la chiusura e la riduzione di oraridegli uffici postali del territorio umbro predisposta da PosteItaliane". E' quanto ha chiesto il capogruppo di Forza Italia,Raffaele Nevi attraverso la sua interrogazione alla Giuntaregionale illustrata in Aula questa mattina durante la sedutadiquesiton time. "Non mettiamo in dubbio la necessita' dellarazionalizzazione e dell'efficentamento sei servizi - haaggiunto l'esponente forzista nella sua presentazione dell'atto-, ma la scelta di farlo con atti unilaterali da parte di PosteItaliane. La Regione potrebbe intervenire, in accordo con PosteItaliane, per verificare l'esistenza di soluzioni possibili persgravarePoste Italiane da eventuali costi eccedenti rispetto alcosto standard da loro calcolato". L'assessore Carla Casciari,rispondendo all'interrogazione, ha assicurato che su questotema "c'e' una forte presa di posizione del sottosegretarioalleTelecomunicazioni Giacomelli, che ha chiesto a PosteItaliane di rivedere non solo il piano industriale, ma anche itempi di applicazione". "Su sollecitazione del Governo - haproseguito -, le Regioni hanno incontrato sia la presidente diPoste Italiane, Luisa Todini che l'Amministratore delegatoCaglio insieme ad Anci, Comuni montani. Abbiamo chiesto didialogare concretamente con i territori e ci e' stato garantitoche verranno predisposti piani regionali ed azioni concordatein sede territoriale. La Regione Umbria si e' anche resadisponibile a mettere a disposizione di Poste eventuali propriimmobili, laddove ce ne fosse bisogno, soprattutto nelle areepiu' disagiate".(AGI)Pg2/Sep