Omofobia: Dottorini, interrogazione presunto caso scuola Perugia

(AGI) - Perugia, 17 nov. - "Se i fatti fossero confermati,sarebbe gravissimo. Non puo' essere consentito a un docente diostentare un atteggiamento di intolleranza, giungendo persinoall'aggressivita' verbale e fisica e tradendo quindi quella chedovrebbe essere la sua funzione di educatore: condannare laviolenza e insegnare ai suoi alunni il pluralismo e l'aperturaverso l'altro, qualsiasi sia il suo orientamento sessuale, ilsuo credo, la sua nazionalita'". E' quanto dichiara ilconsigliere regionale dell'Umbria, Oliviero Dottorini (Idv)che annuncia la presentazione di un'interrogazione alla Giuntaper chiedere "se rispondono al vero i fatti riportati dallastampa riguardo a

(AGI) - Perugia, 17 nov. - "Se i fatti fossero confermati,sarebbe gravissimo. Non puo' essere consentito a un docente diostentare un atteggiamento di intolleranza, giungendo persinoall'aggressivita' verbale e fisica e tradendo quindi quella chedovrebbe essere la sua funzione di educatore: condannare laviolenza e insegnare ai suoi alunni il pluralismo e l'aperturaverso l'altro, qualsiasi sia il suo orientamento sessuale, ilsuo credo, la sua nazionalita'". E' quanto dichiara ilconsigliere regionale dell'Umbria, Oliviero Dottorini (Idv)che annuncia la presentazione di un'interrogazione alla Giuntaper chiedere "se rispondono al vero i fatti riportati dallastampa riguardo a un presunto caso di omofobia accaduto in unistituto superiore della provincia di Perugia, come intendeaffrontare l'episodio in questione e soprattutto quali azioniintende mettere in campo per contrastare il clima culturale dicui tale episodio e' figlio, favorendo di contro una culturadell'accoglienza, del pluralismo e dell'inclusione". "Credo -continua il consigliere - che la comunita' regionale debbaprendere le distanze in maniera inequivocabile da certi episodie mostrare la propria vicinanza a chi ne e' vittima. Forsesara' anche l'ora di portare il tema all'attenzione delConsiglio regionale. C'e' un testo gia' depositato da alcunicolleghi del Pd contro le discriminazioni e le violenzedeterminate dall'orientamento sessuale. Credo possa essere unabuona base di partenza per consentire alla nostra legislazionedi adottare norme chiare che rendano esplicito ilriconoscimento della liberta' di orientamento sessuale eidentita' di genere. Questo triste episodio ci dimostra che e'urgente dotarsi di strumenti anche legislativi per bloccare ilclima di intolleranza crescente e per promuovere una societa'del pluralismo e dell'inclusione".(AGI) Sep